San Miniato, appezzamenti rurali in abbandono. Guazzini (CambiaMenti): “Sono dannosi e pericolosi”

La capogruppo: "Cosa intende fare il Comune per imporre il rispetto dei regolamenti?

Appezzamenti rurali e situazioni di abbandono. Il gruppo consiliare CambiaMenti si rivolge al sindaco Simone Giglioli in merito ai regolamenti comunali che “impongono ai proprietari di appezzamenti di mantenerne la pulizia e il decoro – si legge nell’interpellanza scritta dal capogruppo Manola Guazzini, perché – tali regolamenti non vengono di solito puntualmente attuati, e le infrazioni non vengono adeguatamente sanzionate”.

“Si creano perciò – continua Guazzini – in numerosi punti del territorio rurale del nostro comune situazioni di abbandono, che sono, oltre che dannose per il patrimonio paesaggistico che è una delle risorse più importanti per l’attrattività turistica del nostro comune, anche rischiose per le ostruzioni che si vengono a creare nel regime idraulico dei fossi, per il proliferare incontrollato di fauna selvatica anche potenzialmente pericolosa, oltre che per le coltivazioni e gli allevamenti, anche per la sicurezza delle persone, per la possibilità che si sviluppino incendi in periodi di forte siccità”.

Il gruppo CambiaMenti chiede perciò al sindaco Giglioli “quanti siano stati gli interventi operati dalla polizia locale per imporre il rispetto dei regolamenti relativi al territorio rurale, quante sanzioni siano state comminate e per quale importo, a partire dall’insediamento dell’attuale giunta”.

“Se esista, e nel caso non esista, se si intenda costituire, una mappatura delle aree rurali abbandonate; cosa si intenda fare – conclude Guazzini – per potenziare gli interventi tesi a imporre il rispetto dei regolamenti comunali in materia, sia sul piano della sensibilizzazione e della sollecitazione che su quello della repressione degli abusi e delle sanzioni”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.