“Più forze dell’ordine e certezza della pena”, la ricetta di Cordone contro lo spaccio alle Cerbaie

"Questa dichiarazione la faccio anche come figlio di una vittima della criminalità"

Occorrono più uomini e mezzi delle forze dell’ordine sul territorio e le istituzioni preposte devono applicata pienamente la certezza e l’effettività della pena per chi delinque, senza sconti e permessi vari, perché i criminali devono stare in galera e lo spaccio di droga che avviene nelle Cerbaie è attività criminale e va estirpata”.

Lo dice il segretario della Lega a Fucecchio Marco Cordone, che domani 14 settembre sarà con il suo consueto Sportello del Cittadino al mercato settimanale.

“Questa dichiarazione – precisa -, la faccio anche come figlio di una vittima della criminalità” e mentre si parla di “tutela dell’ordine pubblico e sicurezza dei cittadini dopo gli incresciosi episodi di criminalità accaduti nella zona delle Cerbaie (qui la notizia)”.

Per Cordone, “Bisogna che lo Stato, nell’ambito delle proprie competenze, sia più presente sul territorio, collaborando con le autonomie locali. Io, mio padre l’ho visto ammazzato senza alcun motivo per la strada ed a quella ragazza di Fucecchio, nel male dell’aggressione, è andata bene perché è passato quasi subito un altro automobilista. Ma se fosse andata in un’altra maniera? Ci vuole un forte cambio di passo da parte di tutte le Istituzioni preposte e auspico che se la Lega vincerà le imminenti elezioni politiche, ciò avvenga”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.