Le rubriche di Cuoio in diretta - Cinema e tv

Jumanji, la recensione del terzo capitolo della saga

Marco Andreini di Project Movie lo ha visto per noi

“…solito film con The Rock…”
“…troppo demenziale…”
“…il Jumanji originale era meglio…”
“…ma dai, sembra uguale all’altro…”

Posso essere sincero?
Mi è piaciuto.
Forse sarò stato vittima della “bollente intensità” dello sguardo del dottor Bravestone, ma mi sono proprio divertito.

E il bello è che lo dico quasi sentendomi “in colpa” dato che, come tanti, ho sempre criticato questo genere di operazioni commerciali.
Probabilmente continuerò a farlo nella vana speranza che qualcosa cambi, ma dato che il cinema sta andando comunque in questa direzione tanto vale provare ad adattarsi no? Se non altro per imparare a godersi ciò che decidiamo di andare a vedere.

Ed è proprio a questo proposito che ormai ho imparato la preziosa lezione.
Perché “presi per quello che sono”, che è la cosa fondamentale, anche questi film possono toglierci qualche soddisfazione.

E una sala piena, forse, né è la conferma.

Continuate la lettura della recensione a cura di Marco Andreini su Project Movie.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.