Quantcast

Le rubriche di Cuoio in diretta - LIfe&People

Gli SpinKids, ballerini acrobati: da San Miniato alla popolarità televisiva

Ecco chi sono i ragazzi 'volanti' under 18 che hanno rapito il pubblico di tutta Italia

Con quattro avvitamenti in volo hanno conquistato il palco di Italia’s Got Talent aprendo la seconda puntata dello show televisivo e arrivando dritti ai cuori dei giudici che hanno premiato il loro giovane talento con un ‘sì’ unanime. Sono loro,  i ragazzi volanti della SpinKids Academy della scuola Danza Ego Latino di San Miniato Basso, già noti al piccolo schermo per le loro spettacolari esibizioni nei programmi di varietà.

A colpire la giuria non sono state solo le acrobazie eseguite durante i 100 secondi dello ‘Showcase’ ma soprattutto la loro giovanissima età. I ‘Flying kids’ sono infatti un gruppo di 11 giovanissimi breakdancer che hanno dagli 8 ai 18 anni.

Sascia Sostegni, Matteo Leone, Jacopo Cappelli, Niccolò Covati, Damiano Paoli, Mattia Meloni, Tommaso Meloni, Daniel Gusanu, Leonard Ndou, Diego Baldinotti e Cesare Baldinotti convincono non solo per il loro talento ma anche per la passione che spinge loro ad allenarsi costantemente senza lasciare nessuno indietro, dove i più grandi diventano, per esperienza, maestri dei loro compagni di gruppo.

Questi ragazzi non sono nuovi a partecipazioni televisive: a gennaio 2020 erano già stati ospiti in prima serata su Rai1 del programma Il cantante mascherato condotto da Milly Carlucci, dimostrando quella stoffa che a distanza di un anno li ha portati a mettersi in gioco sul palco dei talenti. Non solo. I giovani breakdancer hanno portato le loro coreografie in giro per il mondo, sfidando le migliori crew del panorama internazionale.

Un talento che lo stesso sindaco di San Miniato Simone Giglioli ha voluto incontrare e premiare, consegnando al gruppo un riconoscimento come auspicio per proseguire su quella strada. La stessa strada che porta i giovani ragazzi a superarsi ogni giorno e ad allenarsi fino a 20 ore settimanali insieme al loro insegnante Adriano Cioni e alle collaborazioni con i più grandi maestri d’Europa che la scuola porta avanti.

Foto da www.italiasgottalent.it
Jessica Quilici

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.