Le rubriche di Cuoio in diretta - in Regione

Coronavirus, ecco cosa deve fare chi rientra in Italia dall’estero

Tre i possibili percorsi sulla base del paese di provenienza

Sono tre i percorsi previsti per le persone che arrivano in Italia dall’estero, differenziati in base al paese di provenienza.

In base alle recenti disposizioni nazionali e regionali chi arriva da Paesi Extra Schengen, dalla Bulgaria o dalla Romania deve registrarsi utilizzando il modulo on-line sulle pagine web del sistema Informativo sanitario della prevenzione collettiva (Sispc) all’indirizzo https://www.prevenzionecollettiva.toscana.it/welcome/pages/segnalazione_estero.html. Sarà sottoposto, a prescindere dal risultato dei test, ad un periodo di 14 giorni di isolamento fiduciario (quarantena) con sorveglianza attiva da parte dell’azienda sanitaria competente che provvederà a contattare telefonicamente il cittadino per valutare la situazione clinica e concordare l’effettuazione del tampone. L’esito del tampone sarà consultabile all’interno del fascicolo sanitario elettronico (Fse) quindi tramite totem, app, sito web oppure anche attraverso il medico di famiglia. Non è previsto rilascio o invio di referto.

Anche chi arriva da Croazia, Grecia, Malta e Spagna deve registrarsi utilizzando il modulo on-line sulle pagine web del Sispc. Le persone saranno contattate dall’azienda sanitaria per la programmazione del tampone (test molecolare) che avverrà nei centri Drive Through. L’esito del tampone sarà consultabile all’interno del Fascicolo sanitario elettronico quindi tramite totem, app, sito web oppure anche attraverso il medico di famiglia. Fino all’esito negativo del tampone tutti gli interessati saranno tenuti a rispettare un regime di isolamento.

Per chi rientra da altri paesi in cui la circolazione è libera, il tampone viene praticato esclusivamente a coloro che ne facciano richiesta contattando il numero verde della regione Toscana 800.55.60.60 che provvederà a segnalare il caso al dipartimento della prevenzione competente. Anche in questo caso il test sarà effettuato nei centri Drive Through predisposti e l’esito sarà consultabile all’interno del Fascicolo sanitario elettronico oppure anche attraverso il medico di famiglia.

Tutti gli altri soggetti che presentino sintomi simil-influenzali (tosse, mal di gola, dolori muscolari), ma non siano rientrati dall’estero, sono tenuti a rivolgersi come consuetudine al proprio medico di famiglia che darà le indicazioni necessarie

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.