Le rubriche di Cuoio in diretta - in Regione

Pagamenti digitali, 50 milioni di euro ai comuni per finanziare il percorso di migrazione

Anci Toscana e Regione hanno scritto una lettera ai primi cittadini

Più informazioni su

Sono cinquanta i milioni di euro dalla Regione Toscana per supportare i Comuni nella transizione al digitale. Il mese di febbraio è la scadenza per tutti gli enti locali per completare la migrazione dei propri sistemi di pagamento di sanzioni e tributi al sistema unico nazionale PagoPa, aderire al sistema di credenziali Spid per la fornitura di servizi online a i cittadini e l’integrazione con la App ‘io’.

Sono questi gli importanti impegni che aspettano sindaci e presidenti di Provincia e Unione comunali nei prossimi due mesi con “una svolta epocale per la pubblica amministrazione italiana: parlare tra enti e con il cittadino nella solita lingua e con il medesimo sistema”, come sottolinea l’assessore alle infrastrutture digitali e semplificazione Stefano Ciuoffo”.

Per aggiornare i sindaci e fornire loro supporto, Anci Toscana e Regione hanno scritto una lettera ai primi cittadini nella quale si ripercorre la road map per adempiere al percorso indicato dal ministero della Funzione pubblica Dadone e dal Ministro all’innovazione tecnologica Paola Pisano.

“La pandemia – afferma l’assessore Ciuoffo – ha messo in risalto una situazione che vedeva enti pubblici e imprese private andare avanti in ordine sparso, a diverse velocità e con sviluppi autonomi di competenze e sistemi. Adesso occorre fare tutti e in poche settimane quella transizione verso una pubblica amministrazione unica e semplice per il cittadino che gli permetta di interfacciarsi con il medesimo sistema con tutte le articolazioni dello Stato e che queste siano connesse tra di loro per non chiedere, ad esempio, dati già in possesso ma comunicati a un altro ente. Serve uno sforzo professionale ed economico non indifferente e per questo la Regione si è messa subito a disposizione per accompagnare tutti gli enti del territorio e mettendo a disposizione le proprie piattaforme tecnologiche, come già sta facendo ed adeguandole laddove necessario, svolgendo il ruolo di intermediario tecnologico ed aggregatore, supportando gli enti nel rapporto con le aziende fornitrici di software, nel caso queste ultime debbono sviluppare interfacce o svolgere attività di integrazione”.

La sfida della digitalizzazione è strategica per tutte le amministrazioni locali – dichiara il presidente di Anci Toscana Matteo Biffoni – e affrontandola tutti insieme e con le massime sinergie siamo convinti di poter fare in tempi brevissimi un bel passo in avanti”.

Nella lettera, tra le altre cose, si riportano le attività in corso da parte della Regione ed i nuovi interventi che verranno intrapresi sulla piattaforma Star dedicata alla rete dei Suap, sulla piattaforma di pagamento Iris, sull’infrastruttura di autenticazione Arpa ed al sistema Rt messenger per l’invio delle notifiche di eventi all’App IO. Per facilitare e sostenere economicamente gli enti locali è stato istituito il Fondo Innovazione a cui entro il 15 gennaio dovranno fare domanda per accedere alle risorse tramite l’avviso emesso da PagoPA spa.

La seconda scadenza molto importante è il 28 febbraio: entro tale data nessun ente della ubblica ammnistrazione potrà rilasciare credenziali di accesso a servizi o pagementi della Pa differenti da Spid ed entro tale data tutti i pagamenti di tutti i soggetti dovranno avvenire tramite la piattaforma PagoPa.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.