“Liste d’attesa più brevi in 8 mesi” in Empolese Valdelsa

Incontro tra azienda e territorio per fare il punto anche sull'ospedale di Fucecchio

Dirigenti sanitari e rappresentati istituzionali, regionali e locali si sono incontrati all’ospedale San Giuseppe di Empoli per un confronto aperto su alcuni temi sanitari, tra cui l’abbattimento delle liste di attesa e gli investimenti futuri per la realizzazione e valorizzazione di alcuni reparti ospedalieri e strutture presenti nel territorio dell’Empolese Valdelsa.

Tra gli altri temi, anche la ristrutturazione del pronto soccorso con una riorganizzazione spaziale e funzionale e un ampliamento degli spazi per l’attesa, l’incremento dei posti letto per la dialisi per una migliore ridistribuzione assistenziale e la futura apertura del padiglione H che permetterà di completare la configurazione del presidio San Giuseppe concentrando in tale polo servizi sanitari adesso decentrati, migliorando la funzionalità degli stessi e la fruibilità per l’utenza.

Negli ultimi 8 mesi i tempi di attesa nel territorio dell’Empolese Valdelsa si sono ridotti notevolmente, sia grazie all’efficienza delle proprie risorse interne, strumentali e umane, nonché all’applicazione del cosiddetto “modello competitivo” finalizzato a realizzare un bilanciamento tra la domanda e l’offerta delle prestazioni da parte di tutti gli erogatori di prestazioni, comprese le strutture accreditate con le quali sono in essere rapporti di convenzione senza incrementi economici.

L’attesa per la consulenza cardiologica (comprensiva di visita, ecografia e Ecg) è passata da 270 giorni per la differita e 39 per la breve a 6 sia per entrambe le richieste. Lo stesso tempo di attesa per la visita neurologica rispetto ai 98 giorni dello scorso anno. Ad oggi solo un giorno di attesa per visita ortopedica (rispetto ai 58 giorni), otorinolaringoiatra e per ecografia addome. Per la visita urologica è prevista un’attesa di 10 giorni, mentre per quella dermatologica e ginecologica 6 giorni.

Per quanto riguarda i tempi di attesa relativi agli interventi chirurgici la zona empolese conferma una performance tra le migliori dell’intera azienda sanitaria su tutte le discipline presenti nel presidio ospedaliero: senologia, otorinolaringoiatria, urologia, ginecologia, ortopedia, chirurgia generale e vascolare.

A fine 2019 per quanto riguarda gli interventi chirurgici di tumore alla mammella il tempo di attesa medio si attesta a 27 giorni, mentre per alcuni interventi di chirurgia vascolare di classe A (ad esempio aneurismi) il tempo di attesa è inferiore a 10 giorni, mentre per quelli classe B (ad esempio intervento alla carotide) l’attesa è di 47 giorni. Circa 3 mesi di attesa per ernie e colecisti per le quali sono ancora in corso i progetti straordinari per l’abbattimento liste di attesa. Stessi tempi di attesa per protesi di anca e ginocchio confermandosi tra i più bassi a livello regionale.

E’ stata anche l’occasione per fare il punto sull’ospedale di Fucecchio che è stato oggetto di recenti interventi edilizi che ne hanno ulteriormente qualificato la sua articolazione di ospedale focalizzato per l’artroprotesica ortopedica nonché per percorsi ambulatoriali di specialità come la senologia, la dermatologia e la cardiologia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.