Settimana mondiale dell’allattamento materno: gli eventi in programma

Promossa dall’Organizzazione mondiale della sanità e da Unicef

Sono partiti ieri, giovedì primo ottobre, in tutto il territorio dell’Azienda USL Toscana nord ovest gli eventi organizzati in occasione della Settimana mondiale dell’allattamento materno (SAM) promossa da Unicef e Organizzazione mondiale della sanità. Per questo gli eventi in programma sono una mostra fotografica nell’atrio dell’ospedale Lotti di Pontedera e consulenze telefoniche allo 0587.273375 a partire da oggi, 2 ottobre e poi lunedì 5 e martedì 6 dalle 14 alle 16.

Il tema di quest’anno L’Allattamento: si prende cura di cura del pianeta riguarda in particolar modo l’impatto ambientale dell’alimentazione dei lattanti: l’allattamento è un esempio emblematico delle profonde connessioni esistenti tra la salute umana e gli ecosistemi naturali. Il latte materno è naturale, rinnovabile ed ecocompatibile. Proteggere, promuovere e sostenere l’allattamento crea le condizioni per uno sviluppo sostenibile.

“Il latte materno – spiega Ugo Bottone, direttore del dipartimento materno infantile dell’Azienda USL Toscana nord ovest – è sicuramente il miglior alimento possibile per i bambini. Questo è il messaggio che per tutto l’anno, e non solo in questa settimana, passiamo a mamme e bambini. Molto si è fatto in questi anni, ma ancora molti sono i traguardi da porsi. Questa settimana di eventi, per noi, rappresenta soprattutto un momento di festa e condivisione di quanto fatto”.

“Lo scopo di questo ormai tradizionale appuntamento – dice Cinzia Luzi, direttore delle professioni ostetriche – è di sensibilizzare l’opinione pubblica al sostegno dell’allattamento sottolineando le sue innumerevoli ricadute positive sulla madre, sul bambino, ma anche sull’ambiente. Esiste una connessione molto più diretta di quanto si pensi tra l’allattamento e i cambiamenti climatici e ambientali. Se è fondamentale sostenere l’importanza dell’allattamento materno lo è altrettanto radicare l’idea che rappresenti una scelta intelligente anche dal punto di vista ecologico. Questa missione chiaramente non si limita agli eventi organizzati nei prossimi giorni, ma è uno sforzo costante durante le attività portate avanti ogni giorni negli ospedali e nei consultori dalle ostetriche come dal resto del personale”.

“Sono migliaia le donne che ogni anno – conferma Rosa Maranto, Responsabile dell’Area Consultoriale – passano dai nostri Consultori per essere seguite e sostenute sia prima che dopo il parto. Ad ognuna di loro il nostro personale offre disponibilità e servizi di ogni tipo. Fra questi c’è sicuramente un accompagnamento personalizzato nel delicato momento dell’allattamento che, come dimostrato da ogni evidenza scientifica, ha un effetto positivo sul bambino nel breve e nel lungo periodo. Certo la vita frenetica e spesso la pressante necessità di tornare al lavoro dopo il parto non aiuta le mamme, ma trovare un sostegno qualificato nelle nostre strutture può fare davvero la differenza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.