Febbre del Nilo, ancora ricoverati i due anziani: massima attenzione dell’Ausl Toscana centro

Entrambi sono in condizioni stabili

Massima attenzione da parte dell’Asl Centro sui due casi di West Nile Virus  che si sono verificati negli ultimi giorni in due Comuni della Valdinievole (Ponte Buggianese e Pescia).  Si è svolto infatti stamattina un incontro tra il Dipartimento Prevenzione dell’Azienda sanitaria, i sindaci presidenti della Sds Valdinievole, Sds Empolese, insieme ai sindaci dei comuni di residenza dei due casi accertati per condividere il piano di azioni preventive a tutela della salute dei cittadini residenti nella zona interessata e per delineare alcune raccomandazioni da seguire.

Nel dettaglio all’incontro erano presenti: il dottor Renzo Berti, Direttore Dipartimento Prevenzione Asl Centro, il dottor Giorgio Garofalo, Direttore Igiene pubblica e Nutrizione Area fiorentina, la dottoressa Paola Picciolli, Direttore Igiene pubblica e Nutrizione Area pistoiese, il dottor Dimitri Fattore, direttore Igiene pubblica e Nutrizione Area empolese, Alessio Torrigiani, presidente Sds Valdinievole e Alessio Spinelli, presidente Sds Empolese, Franco Doni, direttore Sdl Empolese, Nicola Tesi, sindaco di Ponte Buggianese e Oreste Giurlani, Sindaco di Pescia.

L’unità funzionale di igiene pubblica è in contatto con l’amministrazione comunale di Ponte Buggianese e Pescia per monitorare i necessari interventi di bonifica ambientale, che saranno avviati nei prossimi giorni. Continua la massima sorveglianza sanitaria a carattere integrato (sia veterinaria che umana) da parte del Dipartimento di prevenzione dell’Asl Centro.

L’Asl Centro ribadisce che non ci sono i presupposti di allerta per la popolazione e ricorda le raccomandazioni di carattere generale per ridurre il rischio di trasmissione di Wnv.

 La misura preventiva più efficace è quella di evitare la puntura della zanzara comune, Culex pipiens. E’ necessario la sera, all’aperto, utilizzare repellenti cutanei per uso topico registrati come presidi medico chirurgici (Pmc), attenendosi alle norme indicate nei fogli illustrativi, ponendo particolare attenzione al loro impiego su bambini, donne in gravidanza e in allattamento. Inoltre si raccomanda di indossare, per uscire la sera all’aperto, indumenti di colore chiaro che coprano la maggior parte del corpo (camicie a maniche lunghe, pantaloni o gonne lunghe e calze).  In assenza di impianto di condizionamento d’aria, utilizzare zanzariere nei letti o alle finestre e alle porte d’ingresso avendo cura di controllare che queste siano integre e ben chiuse, oppure utilizzare spray a base di piretro o altri insetticidi per uso domestico, in alternativa utilizzare diffusori di insetticida elettrici, areando bene i locali prima di soggiornarvi nel solo caso di presenza di questi insetti in ambienti interni.

Le stesse raccomandazioni sono state inviate in una nota all’Ordine dei Medici di Pistoia, oltre ad una brochure informativa predisposta dal centro di riferimento nazionale Izp Teramo .

I due pazienti di 82 e 79 anni sono ancora ricoverati nel reparto di Malattie infettive dell’Ospedale San Jacopo, entrambi in condizioni stabili con un quadro clinico in lieve miglioramento dal punto di vista neurologico. La prima paziente, ricoverata lo scorso 13 agosto, questa mattina ha eseguito il primo trattamento di fisioterapia.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.