Quantcast

Rifiuti, Castelfranco verso l’80 per cento di differenziata

Castelfranco di Sotto è il comune italiano in cui si produce meno rifiuti per persona. Nel 2014 infatti la produzione di rifiuti pro capite si è attestata a 370 chilogrammi. Il dato fornito dal presidente di Geofor Paolo Marconcini è chiaro Castelfranco è un comune dove la raccolta differenziata funziona: “questi numeri  – ha aggiunto Marconcini – sonon di un’importanza enorme, visto che la media nazionale è di 480 chilogrammi a persona e quella regionale di addirittura 680 chilogrammi a persona. Grazie all’impegno dell’aministrazione comunale e alla sensibilità dei cittadini a Castelfranco è stato possibile raggiungere il 77 per cento di raccolta differenziata e il 24 per cento di indifferenziata”. La legge, il decreto Ronchi che recepisce le direttive europee, impone ai comuni di raggiungere almeno il 65 per cento di differenziata e Castelfranco supera in modo netto questa soglia. L’obiettivo dell’amministrazione è quello di rimanere stabilmente intorno all’80 per cento e crescere ancora. Nel 2013-2014 la racolta castelfranchese ha già toccato l’80 per cento superando tale soglia nei mesi di agosto e settembre 2013 rispettivamente con 80,22 per cento e 80,41 per cento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.