Quantcast

Usciana, i consiglieri M5s chiedono spiegazioni agli enti

Dopo la lettera aperta la presidente del Consorzio di bonifica del basso Valdarno, del sindaco Gabriele Toti sulla questione del canale Usciana (leggi qui) i consiglieri del Movimento 5 Stelle tornano sulla questione con una richiesta di documentazione inviata a tutti gli organi che hanno una possibile competenza sulla tutela dei corsi d’acqua che attraversano il comune di Castelfranco.

“Apprendiamo che il sindaco e l’assessore all’ambiente hanno chiesto chiarimenti al presidente del Consorzio di bonifica sull’ossigenatore di via Piè di Monte – dicono gli esponenti Grillini – peccato che quell’impianto sia fermo oramai da circa tre anni e di segnali che qualcosa non funzionava ce n’erano non pochi. Noi abbiamo presentato tutta una serie di domande – continuano dal M5s – dirette e ben precise che oggi stesso sono state inoltrate agli organi competenti per ottenere informazioni e motivazioni di quanto abbiamo visto e documentato. Abbiamo infatti ritenuto di chiedere maggiori chiarimenti (vedi allegato al piede dell’articolo) oltre che al consorzio di bonifica 4 Basso Valdarno anche ad Arpat, alla quale compete la tutela dei corsi d’acqua, sotto il profilo ambientale, in merito soprattutto all’impianto di rilevamento, tanto è vero che poco più di due anni fa, un tecnico dell’Arpat stesso ci ha accompagnato in un tour di questi impianti sul territorio fornendoci delle preziose indicazioni che ad oggi, alla luce dei fatti, ci tornano molto utili. Le domande che abbiamo posto riguardano vari aspetti tra cui la realizzazione degli impianti, la gestione, la messa in opera, la sua manutenzione e verifica, ma anche e soprattutto i costi. Ci attendiamo pertanto delle risposte rapide e precise sulla questione che renderemo ovviamente pubbliche e ci auguriamo anche soddisfacenti da un punto di vista procedurale, dopo di che valuteremo con tutto il gruppo il da farsi”.
“C’è da aggiungere – concludono gli esponeti M5s di Castelfranco – anche che avevamo realizzato un reportage, non solo su quello ma sulla situazione della rete di impianti a tutela dei canali del Terzo e Usciana il giorno 10 agosto e pubblicato sul nostro canale Youtube”.

 

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.