Rifiuti, sconti entro l’anno. Struttura pronta all’ampliamento foto

Bisognerà avere ancora un po’ di pazienza. Il nuovo orizzonte temporale è fissato per la fine dell’anno: prima di allora, anche i cittadini di Montopoli, come già avviene negli altri comuni del Cuoio, potranno finalmente guadagnare sconti in bolletta conferendo i rifiuti al centro di raccolta nella zona industriale di Fontanelle.

A dirlo è l’assessore all’ambiente Alessandro Varallo, che annuncia entro pochi giorni il via libera per l’installazione dell’apposito sistema di pesatura. “La delibera è pronta in ragioneria da circa un mese – spiega l’assessore – e l’impresa incaricata è già stata individuata. Attendiamo da un momento all’altro lo sblocco delle risorse rispetto ai limiti del patto di stabilità. Dopodiché procederemo con l’installazione del software per la pesatura dei rifiuti”. In tutto, un investimento da 6mila euro, che permetterà di incentivare l’uso del centro di raccolta attraverso un sistema di scontistica che andrà a premiare i cittadini che porteranno i rifiuti al centro stesso. Ogni volta, la quantità d’immondizia sarà calcolata e registrata in un database, andando poi a quantificare lo sconto che sarà applicato sulla Tari dell’anno successivo. Un’innovazione che i cittadini attendono da tempo, più volte annunciata negli ultimi anni e altrettante volte rinviata.
Si tratterà, comunque, solo di un primo passo in un progetto più vasto che punta a valorizzazione il centro di raccolta. Una struttura inaugurata pochi anni fa dall’ex sindaco Alessandra Vivaldi nella zona industriale di Fontanelle, a Capanne e da allora rimasta sempre poco utilizzata e anche scarsamente conosciuta. Il primo limite da superare è senza dubbio quello dello spazio. L’amministrazione, infatti, ha stanziato 25mila euro che serviranno ad ampliare il centro nell’area a sinistra dell’ingresso (già di proprietà comunale). “Anche in questo caso – riprende Varallo – aspettiamo solo lo sblocco delle risorse. L’obiettivo è quello di appaltare i lavori entro l’anno: sarà un intervento da un paio di mesi per la realizzazione della pavimentazione e della recinzione”.
È stato rinvito al 2016, invece, l’annunciato acquisto delle telecamere mobili contro l’abbondono di rifiuti. “I limiti di spesa ci hanno imposto una scala di priorità – spiega l’assessore –. Al primo punto abbiamo messo l’installazione del software per poter attivare gli sconti a vantaggio dei cittadini, seguito dall’ampliamento del centro di raccolta. Dopodiché andremo ad acquistare almeno due telecamere”. L’idea, sull’esempio di comuni vicini come Santa Croce e Santa Maria a Monte, è quella di dotarsi di apposite telecamere mobili, trasferibili da un luogo all’altro senza alcuna difficoltà a seconda delle necessità. “Ormai abbiamo imparato che il problema dell’abbandono va in un certo senso inseguito – dice Varallo –. Ogni volta che riesci a sistemare un’area devi subito mettere gli occhi su un’altra”. In attesa delle telecamere, il comune di Montopoli prosegue l’attività di controllo sul territorio, almeno una volta la settimana, cercando tra i rifiuti abbandonati ogni elemento utile che possa permettere di risalire ai proprietari.

 

Giacomo Pelfer

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.