Enel, i consigli per non cadere nelle truffe

Un addetto Enel ha sempre un tesserino e non chiede soldi o, peggio, oggetti di valore. Lo ricorda Enel Energia, attenta ai consumatori e in seguito, precisa “a tentativi di truffa verificatisi a Castelfranco di Sotto, ma anche in altre zone della Valdera e della Valdelsa”.

Il gruppo Enel raccomanda ai propri utenti di pretendere sempre l’esibizione del tesserino Enel di riconoscimento, precisando che “tutti i dipendenti Enel sono in possesso di un tesserino plastificato con logo aziendale, foto e dati di riconoscimento, al pari degli agenti specializzati di Enel Energia che presentano a domicilio le offerte. Se qualcuno si presenta a nome dell’azienda bisogna sempre chiedere di visionarlo. In ogni caso gli agenti Enel Energia, così come di altre società, possono presentarsi al domicilio dei clienti per proporre le offerte luce e gas. Le visite degli agenti possono essere annunciate tramite volantini che specificano che si tratta della società di Enel che opera sul libero mercato. L’importante è che non venga comunicato che è obbligatorio cambiare contratto. Il cliente è libero di decidere se aderire o meno alle proposte che gli vengono esposte”. Enel ricorda, poi, che non bisogna accettare nessuna transazione economica a domicilio, poiché nessuna forma di riscossione o restituzione di denaro viene effettuata a domicilio, così come “Nessun oggetto di valore, quale oro o argento, può essere richiesto con la scusa di far funzionare o sistemare il contatore: ogni strumento utile all’esecuzione di eventuali verifiche o interventi è in possesso dei tecnici Enel”. Per quanto riguarda le verifiche dei contatori, poi, Enel Distribuzione effettua periodicamente dei controlli a distanza dei gruppi di misura per garantirne il corretto funzionamento. In alcuni casi occorre una verifica del contatore direttamente sul posto attraverso il proprio personale qualificato, il quale è comunque sempre munito di tesserino plastificato con foto e i dati essenziali per il riconoscimento. Le squadre operative di Enel Distribuzione, comunque, intervengono sempre sulla rete a monte dei contatori fino al gruppo di misura stesso e non sugli impianti elettrici privati all’interno delle abitazioni. Anche in questi casi, il personale Enel che interviene sul posto non è autorizzato a chiedere né accettare pagamenti dai clienti. Per ogni chiarimento o ulteriore informazione, Enel risponde a un numero verde per il servizio elettrico che è 800 900800 oppure per Enel Energia che è 800 900860. Per i guasti, inoltre, è possibile contattare il numero verde 803500 e per tutti i chiarimenti, a disposizione ci sono i Punto Enel.

 

Leggi anche Ispettori del comune alle porte, ma il municipio non lo sa

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.