Quantcast

Lavoro, S. Maria a Monte apre lo sportello per inoccupati foto

L’idea è quella di fare da tramite tra domanda e offerta di lavoro, cercando di dare risposte concrete a chi cerca una prima occupazione ma soprattutto a chi ha bisogno di ricollocarsi sul mercato. È il nuovo servizio attivato dall’amministrazione comunale di Santa Maria a Monte, attraverso la stipula di un accordo siglato questa mattina con il consorzio Manifattura Toscana (ex consorzio calzaturieri), che già svolge un ruolo di “orientamento” nel proprio settore, insieme ad una serie di agenzie interinali della zona, nonché alla collaborazione con il Centro per l’impiego di Santa Croce e l’Informagiovani.

Denominato Sportello integrato del lavoro e delle imprese, sarà attivo tutti i martedì, giovedì e sabato dalle 8,30 alle 13,30, al piano terra del palazzo comunale, e lavorerà in sinergia con lo sportello del consorzio calzaturieri attivo a Ponticelli (in via Francesca 255/m), attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18.
“Abbiamo deciso di fare quest’esperienza – ha spiegato il sindaco Ilaria Parrella – per provare a dare una risposta al problema del lavoro, perché non passa giorno, purtroppo, che non arrivi qualcuno in comune per chiedere un aiuto per trovare una nuova occupazione. Così abbiamo stretto una sinergia con il consorzio calzaturieri, che tutt’ora rappresenta l’attività prevalente del nostro territorio e che già ha attivo un proprio sportello a Ponticelli, contattando poi le varie agenzie di lavoro interinale presenti sul territorio”.
“Per noi si tratta di un servizio che svolgiamo da anni”, ha ricordato Paolo Nacci, presidente del consorzio di Manifattura Toscana che riunisce circa 70 imprese fra calzaturifici e terzisti. Un’attività che almeno nel ramo calzaturiero è riuscita negli ultimi 5 anni a inserire circa 200 persone nelle proprie aziende associate, come sottolineato da Orlando Scateni del consorzio. “Adesso – ha aggiunto – stiamo sviluppando insieme a Poteco anche dei corsi di formazione per garantire un ricambio della manodopera”.
L’accordo con il comune di Santa Maria a Monte, permetterà d’ora in poi di allargare il campo d’azione anche al di fuori del ramo calzaturiero, mettendo insieme dati e curricula di chi è in cerca di lavoro con le necessità e le richieste delle agenzie interinali. “Abbiamo pensato, in particolare – ha detto Parrella – anche a quelle tante persone che sono uscite dal mondo del lavoro e che per motivi di età, come gli over 45, hanno più difficoltà a ricollocarsi sul mercato”. Le agenzie che hanno sottoscritto l’accordo sono le filiali pontederesi di Adecco, G.I.Group, Humangest, Men at work, Staff e Synergie, insieme a Atempo e Adhr con le rispettive filiali di Pontedera e Santa Croce.
Il servizio, rivolto esclusivamente a cittadini e aziende del comune di Santa Maria a Monte, permetterà di accedere alle banche dati di tutte le strutture che collaborano all’iniziativa, supportando gli utenti nell’utilizzo di strumenti informatici e di consultazione, ma anche indirizzando verso appositi corsi di formazione.

 

Giacomo Pelfer

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.