San Miniato, studenti del Cattaneo ad accogliere i turisti foto

L’alternanza scuola-lavoro si fa all’ufficio turistico, quello di San Miniato, dove imparare ad accogliere i visitatori, dare indicazioni e fare un’esperienza formativa sul campo. È quanto prevede l’accordo siglato stamattina, in comune, tra la fondazione San Miniato Promozione e l’istituto Cattaneo.

A partire dalla mostra mercato del tartufo, infatti, alcuni ragazzi del corso di indirizzo turistico saranno impiegati nell’ufficio di San Miniato Promozione in piazza del Popolo. Il tutto come primo passo di un percorso di alternanza scuola-lavoro che, nelle intenzioni dell’iniziativa, sarà destinato a diventare una collaborazione stabile e costante. “Questo accordo – ricorda l’assessore al turismo Giacomo Gozzini – segue un precedente protocollo sottoscritto a gennaio tra il Cattaneo e l’amministrazione comunale, per promuovere la collaborazione tra il Comune e la scuola. Adesso, con questa firma, passiamo dalle parole ai fatti”.
Il progetto si inserisce all’interno della direttiva nazionale che prevede, per gli studenti degli istituti tecnici, 400 ore in tre anni di alternanza scuola-lavoro. “Questo accordo, quindi – spiega il dirigente scolastico Alessandro Frosini – rappresenta il primo passo di una serie di rapporti che dobbiamo allacciare con realtà pubbliche e private che operano nel campo del turismo”. Per il momento saranno coinvolte due classi quarte, i cui ragazzi saranno impiegati a turno, per alcune mattine, nell’ufficio turistico di San Miniato Promozione. “Affiancheranno l’attività di front office della fondazione – aggiunge Frosini – con l’obiettivo di far diventare questa opportunità una costante, anche nei prossimi anni, per tutti i ragazzi dell’indirizzo turistico”. Per il vicesindaco Chiara Rossi, con delega alla scuola, sarà anche “un’opportunità per i ragazzi di capire le proprie inclinazioni e aspirazioni”.
“L’accordo mette insieme due realtà di eccellenza – aggiunge il presidente di San Miniato Promozione Delio Fiordispina -: da un lato una scuola all’avanguardia come il Cattane, dall’latro la nostra fondazione che, ormai, è una delle pochissime a partecipazione pubblica ancora impegnate in promozione nella nostra regione”. Soddisfazione anche dal sindaco Vittorio Gabbanini, che definisce l’accordo come “una formula ideale per affrontare il futuro. Credo che dovremmo intensificare queste convenzioni e allargarle anche ad altri settori”.

 

Giacomo Pelfer

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.