Barchini, c’è l’intesa per ricucire. Replica di S.Martino

Non è un accordo ma è pur sempre uno spiraglio. Dopo il muro contro muro dei giorni scorsi, sembra finalmente che ci siano quanto meno le condizioni per sedersi e cercare un’intesa per mettere mano al regolamento del Palio.

È quanto emerge dopo la riunione di ieri sera al comitato, seguita nella mattinata di oggi anche da un faccia a faccia in municipio con l’amministrazione comunale. La questione sarà ripresa il prossimo venerdì, nella tradizionale riunione settimanale del comitato alla quale ogni contrada è invitata a partecipare con un proprio rappresentante. In quell’occasione, ciascuno dei quattro rioni sarà chiamato ad esprimersi sui singoli punti del regolamento, in modo da mettere sul tavolo i differenti punti di vista, per poi aprire una discussione interna al comitato sui casi di spaccatura netta due contro due. L’obiettivo è quello di raggiungere un accordo entro l’8 dicembre per il tradizionale giuramento del Palio, quando le contrade saranno chiamate a garantire la propria partecipazione all’edizione 2016. “Credo che venerdì sera sarà presa comunque una decisione – dice il presidente del comitato Paolo Nuti -. Al momento sembra esserci la disponibilità a ricucire”.
San Martino ribatte a Giuntoli
Nel dibattito, intanto, interviene con una nota anche il presidente della contrada San Martino Tiziano Salvadori, in risposta alle dichiarazioni di pochi giorni fa del “collega” di San Pietro Alessandro Giuntoli, che in un passaggio aveva sollevato il caso di “una contrada che da due anni gira in piazza con i tiranti tappati”, riferendosi proprio all’imbarcazione dei verdearancio (leggi anche Caos barchini, S.Pietro: “Nostre richieste ignorate” ).
“Scritto così potrebbe essere inteso come una irregolarità da attribuire al nostro barchino; infatti l’articolo prosegue dicendo che in paese girano certi discorsi e certi sospetti. Come ben sanno gli addetti ai lavori e come previsto dal regolamento, nel caso specifico del barchino che ha gareggiato con la copertura ai tiranti, la stessa è stata tolta in fase di verifica. Tiranti scoperti e barchino sono stati visionati dai giudici e dalle altre contrade, dopodiché il barchino è stato giudicato regolare al primo controllo ed ammesso subito alla gara riapponendo la copertura”. “Come sempre – conclude Salvadori – il nostro barchino è andato in gara conforme al regolamento. Se qualcuno continua ad avere dei dubbi su questo punto o per altri chiarimenti, può recarsi presso la nostra sede alla riunione che si tiene ogni martedi dalle 21,30 e saremo lieti di dare ogni tipo di delucidazione in materia”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.