Ciclopista dell’Arno, cercasi progettista

Il bando è aperto da questo giovedì e scadrà il 15 di gennaio. A pubblicarlo il comune di San Miniato, alla ricerca di un professionista che si faccia carico della progettazione della cosiddetta ciclopista dell’Arno.

Il progetto, ideato e finanziato dalla regione, punta a creare due percorsi ciclabili in parallelo su entrambe le sponde dell’Arno, partendo dal Casentino fino ad arrivare alla foce di Marina di Pisa. Un’idea senza dubbio ambiziosa, che richiederà anni e non pochi investimenti, ma sulla quale la regione pare decisa ad impiegare risorse importanti. Per la sua realizzazione, infatti, il progetto è stato suddiviso in una serie di aree geografiche, individuando per ciascuna un ente capofila incaricato della progettazione e della successiva assegnazione dei lavori. Per il Valdarno Inferiore, la scelta è caduta sul comune di San Miniato, incaricato di raccogliere e coordinare la progettazione dei tracciati che attraversano anche i comuni di Fucecchio, Cerreto Guidi, Santa Croce, Castelfranco e Montopoli. Mettendo insieme le ipotesi presentate da ciascuna delle 7 amministrazioni, l’ufficio tecnico di San Miniato ha messo a punto un progetto preliminare, il cui obiettivo è quello di realizzare due percorsi in sicurezza, a nord e a sud dell’Arno, che uniscano il confine del comune di Empoli con quello di Pontedera. Il tutto con uno stanziamento di 120mila euro per la progettazione e 1,7 milioni per il primo lotto di lavori, interamente coperti da risorse regionali.
Da qui il bando aperto questa settimana, alla ricerca di un professionista chiamato a mettere nero su bianco i percorsi individuati e le caratteristiche del progetto. L’affidamento dell’incarico avverrà con il criterio dell’offerta più bassa. Chi fosse interessato deve presentare richiesta entro il 15 dicembre 2016, consegnando la propria offerta economica e i documenti amministrativi richiesti. La consultazione del progetto preliminare è già disponibile all’Ufficio tecnico del comune di San Miniato o scaricabile dal sito internet dell’ente. Il vincitore avrà poi 60 giorni di tempo, dal conferimento dell’incarico, per presentare il progetto definitivo più altri 30 per la consegna di quello esecutivo. (g.p.)

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.