Ccn, altri 2mila euro per le scuole Montopoli e Castelfranco foto

Il Babbo Natale del commercianti è arrivato anche nelle scuole di Montopoli e Castelfranco. I due Centri commerciali naturali hanno raccolto 2200 euro per i loro istituti, che si aggiungono ai 5600 messi insieme dai Ccn di San Miniato e già consegnati pochi giorni fa (leggi qui I Ccn come Babbo Natale, 5600 euro per le scuole ).

È il risultato dell’iniziativa “ScontRino a scuola” che gli alunni hanno imparato a conoscere in questo mesi grazia a Rino, il robottino dove imbucare gli scontrini degli acquisti fatti nei negozi aderenti. Scontrini che hanno determinato una donazione in denaro che si tradurrà nell’acquisto di materiale didattico.
Dopo i Ccn San Miniato, è stato il turno di Montopoli e Castelfranco che, questo pomeriggio (18 dicembre), hanno consegnato due assegni agli istituti comprensivi Galilei e Leonardo da Vinci, nel corso un incontro ospitato nell’aula magna del comprensivo di Montopoli.
“Non è stato un progetto per fini commerciali – ha ricordato Domenico Ragone, presidente della rete dei Ccn – ma un’iniziativa per aiutare le scuole e insieme dimostrare che i negozi hanno anche un valore sociale”. La cifra raccolta è stata così suddivisa: 450 euro a San Romano, 400 a Capanne, 300 a Montopoli, 250 alla scuola di Angelica, 200 a Marti e 600 a Castelfranco. “Abbiamo cercato di distribuire il contributo anche in base al numero di alunni”, ha spiegato Francesco Battini, presidente del Ccn di Montopoli. “Per le nostre attività – ha aggiunto la presidente del Ccn di Castelfranco Maria Fontanella – è stata anche un’occasione per farsi conoscere; speriamo di poterla ripetere il prossimo anno”.
Un augurio condiviso dalle due dirigenti scolastiche. “La speranza è che sia solo l’inizio di una collaborazione”, ha detto Maria Elena Colombai del comprensivo di Castelfranco. “Siamo riconoscenti ai Ccn – ha aggiunto la collega Cristina Amato del Galilei -. Useremo queste risorse per creare piccole biblioteche di plesso e per l’acquisto di materiale destinato ad arricchire l’offerta formativa”. Soddisfazione anche da parte delle due amministrazioni comunali, “perché questo progetto – ha detto l’assessore di Montopoli Samuele Fiorentini – realizza a pieno lo spirito che sta alla base dei Ccn: riscoprire il valore etico del commercio”. “Un’iniziativa lodevole – a detta degli assessore Giulio Nardinelli e Chiara Bonciolini di Castelfranco – perché il commercio di vicinato e le scuole sono due dei punti sui quali lavorare per il futuro dei nostri centri”.
Un’iniziativa, insomma, che sembra aver centrato più obiettivi in un colpo solo, come sottolineato anche dagli insegnanti e dalle fiduciarie di plesso intervenute all’incontro: Michela Vitaliano (Castelfranco), Gabbriella Pulidori (San Romano), Pasquale Savini, Giuseppina Restivo e Vilma Giannini (Capanne), Michela Gronchi (Angelica) e la vicepreside del Galilei Marina Remorini.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.