Magazzino Conad verso l’ampliamento, progetto da 20 milioni

L’obiettivo è quello di concentrare nello stabilimento di Montopoli l’intera macchina logistica a servizio di tutto il centro Italia. Conad del Tirreno ha scelto di puntare forte sul magazzino nella zona industriale di Fontanelle, destinato a crescere nei numeri e negli spazi per diventare un punto di riferimento di livello sovraregionale.

L’operazione sarebbe pronta a partire in tempi rapidi, con l’intenzione di allargare gli spazi a disposizione del magazzino e trasferire gradualmente, nel stabilimento della provinciale Romanina, i dipendenti attualmente impiegati nella sede di Altopascio. È di pochi giorni fa, infatti, il nulla osta dell’ufficio tecnico del comune di Montopoli per un primo intervento di ampliamento. Un permesso a costruire, in pratica, per la realizzazione di un fabbricato logistico con annesso volume tecnico, che ospiterà un impianto di smistamento sequenziale automatico. Un progetto di ingrandimento che sembra destinato a risolvere, finalmente, anche i problemi alla viabilità che il magazzino ha prodotto fino ad oggi.
“Il permesso a costruire richiesto da Conad rappresenta il primo passo – spiega il sindaco di Montopoli Giovanni Capecchi – necessario per fare del magazzino un centro logistico di eccellenza della Toscana. Il progetto rientra in un piano d’intervento complessivo per dare una sistemazione organica e finalmente funzionale a tutto il comparto, comprese le aree contermini dell’attuale complesso”. Il piano, infatti, oltre a razionalizzare l’attuale collocazione prevede la realizzazione di una nuova intersezione a rotatoria sulla provinciale Romanina, “nonché la completa separazione dei flussi viari pubblici da quelli tributari dell’attività – prosegue il sindaco – eliminando tutte le attuali criticità che vedono oggi i mezzi pesanti occupare la strada provinciale, sia in sosta che in movimento. Tale piano prevede inoltre la realizzazione di due nuove grandi aree a parcheggio per auto e camion, corredate da aree verdi alberate, oltre alla realizzazione di altri manufatti destinati ad attività logistica”.
Un progetto presentato per adesso in via preliminare, ma che sarebbe comunque in piena coerenza con il regolamento urbanistico vigente, anche se adesso dovrà essere adeguatamente dettagliato con tutti gli elaborati necessari. “Si tratta di un investimento ingente sul nostro territorio – commenta Capecchi -: oltre venti milioni di euro, che senza dubbio avranno ricadute positive sia per l’economia locale che per il nostro comune».
Secondo indiscrezioni, la volontà di Conad del Tirreno sarebbe quella di concentrare a Montopoli (che già conta circa 160 dipendenti) anche la forza lavoro attualmente impiegata nella sede logistica di Altopascio. In tutto 23 persone coinvolte, di cui 3 dipendenti Conad e 20 di cooperative esterne, che da qui a breve dovrebbero fare rotta verso il territorio pisano. Il tutto, a quanto si apprende, senza perdite sul piano lavorativo, ma con l’intenzione di dare avvio ad un percorso che porterà a concentrare lo smistamento merci nello stabilimento montopolese. Non è escluso, infatti, che dopo Altopascio anche i colleghi del ramo logistico di Pistoia (dove si trova la sede legale di Conad del Tirreno) possano fare rotta verso il pisano.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.