Quantcast

Bretella del Cuoio, come sarà il braccetto di Castelfranco

Sarà la nuova porta d’accesso alla zona industriale di Castelfranco. Una strada di poche centinaia di metri, destinata però ad avvicinare finalmente il macrolotto castelfranchese con le aziende di Santa Croce. È il braccetto della Bretella del Cuoio che collegherà la rotatoria intermedia dell’arteria provinciale con via delle Confina.

La nuova strada, i cui lavori sono previsti entro la fine dell’anno, sarà caratterizzata da una leggera curvatura, a differenza di quanto avviene sul lato di Santa Croce, per stare alla larga il più possibile da un’abitazione privata. Il braccetto, che ha già ottenuto il via libera in conferenza dei servizi (leggi qui Castelfranco, il braccetto della Bretella è più vicino) si collegherà a via delle Confina all’altezza di via della Comunicazioni, creando in questo modo un nuovo incrocio che sarà regolato con la creazione di una nuova rotatoria. L’opera sorgerà su un terreno ricadente nel territorio comunale di Santa Croce. Ad acquistarlo saranno gli imprenditori del consorzio Coaque, che lo metteranno poi a disposizione dell’amministrazione di Castelfranco per l’esecuzione dei lavori.
Grazie al braccetto già realizzato pochi anni fa sul lato di Santa Croce, sarà possibile avere finalmente un collegamento diretto tra la zona industriale di Castelfranco e quella di Santa Croce, andando a colmare quel “vuoto” di comunicazione creato dalla chiusura di via Fucini, ed evitando così ad aziende e automobilisti il lungo giro pesca da via della Confina e dalla Francesca Bis, oltre ad alleggerire il pericoloso incrocio di via Bernini con la Francesca Nord. Infine, anche Castelfranco al pari di Santa Croce, sarà finalmente allacciata in pochissimi minuti con lo svincolo Fi-Pi-Li di Ponte a Egola. (g.p.)

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.