Paniere e colori per la beata Diana – Foto e video

E’ un mare di folla ad incoronare le coloratissime paniere di quest’anno, che a margine di una tradizione secolare hanno dato spettacolo anche quest’anno, oggi, lungo le vie di Santa Maria a Monte.

Un buon successo baciato dal sole, forse anche per non smentire la tradizione che da sempre vuole, come dicono i santamariammontesi, squarciarsi le nubi nel momento decisivo della celebre processione. Una manifestazione in verità ben rodata fin dall’ora di pranzo, che sfidando un tempo ancora non ottimo ha visto riempirsi Piazza della Vittoria e l’antico corso Carducci fra i tanti banchetti artigiani, di prodotti tipici e delle associazioni, con un buon successo anche delle manifestazioni collaterali, dai percorsi d’arte attraverso i principali monumenti alle visite guidate, con oltre cinquemila persone assiepate fra terra e cielo, dai cunicoli della Città Sotterranea, il reticolo di strade che attraversano da parte a parte il paese, ai banchetti dell’artigianato in Piazza della Vittoria e lungo l’antica via di Renaio, fino all’apice del paese, la Rocca, sul punto panoramico del ballatoio che sovrasta il Parco Archeologico ed il museo dedicato proprio alla santa. Ogni strada o frazione principale del paese, secondo una tradizione consolidata, una paniera, per un totale di oltre trenta ceste colorate che le ragazze del paese hanno portato sulla desta da Ponticelli alla Collegiata: allegoria di quella capacità divina che secondo la tradizione la santa aveva, capace di trasformare il pane in fiori e di nuovo in pane per non fari scoprire nel suo portare conforto ai bisognosi. “Oggi il cielo ci ha fatto vedere tutte le stagioni in poche ore, ma alla fine ha scelto il sole” commenta soddisfatta Ilaria Parrella, che ha sfilato insieme a molti esponenti del consiglio in coda alla processione in compagnia di alcuni ospiti d’eccezione, tra i quali anche due esponenti della giunta di Burgos, paese spagnolo gemellato con Santa Maria a Monte ed il cinese Yajing Xue, organizzatore dello Shanghai Tourism Festival. 

Martedì 29 Marzo. Le visite guidate e le aperture straordinarie dei musei proseguiranno anche il 29 marzo, che in particolare nel pomeriggio sarà dedicato ai bambini. La magica storia di Cuordipatata e i Gracida Topi, illustrata dal pistoiese Fabrizio Silei, fungerà da filo conduttore per la visita animata gratuita e curata dalle associazioni Eumazio e ViviTeatro alla scoperta dei sotterranei.

 

Nilo di Modica

 {youtube}AnD1Sb132Sc{/youtube}

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.