Quantcast

Tecnologia per i ragazzi, il Comune fa scuola

“Negli ultimi anni abbiamo assistito a un aumento dell’uso di fonti artificiali di campi elettromagnetici quali elettrodotti, impianti radio-visivi, telefoni cellulari che ha fatto scaturire l’esigenza di promuovere una corretta informazione anche sui rischi che l’uso smodato di tali fonti comporta”. Per questo, la sindaco di Santa Maria a Monte Ilaria Parrella e la sua amministrazione hanno organizzato per domani 1 aprile un incontro tra i ragazzi della scuola media Carducci di Santa Maria a Monte e Alfio Turco di Polab, sul tema del corretto utilizzo delle apparecchiature tecnologiche.

“Questo progetto di educazione ambientale – spiega l’assessore all’Ambiente Elisabetta Maccanti – è rivolto principalmente agli adolescenti delle classi terze ed è inserito nel Protocollo d’Intesa che la nostra amministrazione ha siglato con l’istituto comprensivo. I giovani vivono costantemente a contatto con apparecchi tecnologici, spesso con modalità errate e tempi eccessivi. Per questo motivo ho ritenuto necessario e doveroso intraprendere un percorso che li educhi all’uso consapevole e corretto dei dispositivi elettronici, al fine di tutelare la loro salute”.
Alfio Turco della Polab, azienda esperta nel campo dell’elettromagnetismo ambientale, approfondirà il rapporto delle nuove generazioni con internet e telefonia e illustrerà ai ragazzi, con l’utilizzo di immagini e video, quali siano i corretti stili di comportamento per un uso consapevole ed intelligente della tecnologia.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.