Quantcast

L’Alzheimer spiegato ai bambini, il concorso del Rotary club

È un tema senza dubbio complesso quello che il Rotary Club di San Miniato ha sottoposto quest’anno agli alunni delle scuole. Il titolo era “Gocce di memoria: come parlare ai bambini della malattia di Alzheimer”. Un tema al quale i ragazzi degli istituti comprensivi di Ponte a Egola, San Miniato e Montopoli erano chiamati dare una propria rappresentazione grafica.

Un’iniziativa ricorrente per il club rotariano sanminiatese, che ogni anno organizza un concorso con le scuole chiamando gli alunni a misurarsi su una particolare tematica. L’edizione di quest’anno, riservata alle classi terze delle scuole primarie dei tre istituti comprensivi, si concluderà domani, 23 aprile, con la premiazione in programma a San Miniato.
L’appuntamento è per le 10,30 a palazzo Grifoni, nel quale verranno esposti tutti gli elaborati che hanno partecipato al concorso. A ciascuna classe vincitrice il Rotary Club di San Miniato consegnerà un pc portatile.
“La diagnosi di malattia di Alzheimer – spiegano gli organizzatori del concorso – mette generalmente una famiglia nella condizione di dover riconsiderare, sia dal punto di vista emotivo che pratico, la propria vita e i rapporti con la persona malata. Queste condizioni vengono vissute più o meno direttamente anche dai bambini. L’impatto di questa malattia sul bambino dipende in gran parte dal tipo e dall’intensità della propria conoscenza nei riguardi del problema di salute”.
Da qui l’idea del concorso, basato sull’idea di realizzare elaborati grafici a partire dall’analisi di un testo che dedicato al decadimento cognitivo con un linguaggio tarato sull’età dei ragazzi. Il testo, dal titolo “Cara nonna”, realizzato nel 1999 dall’associazione “Alzheimer Europa”, è pensato proprio per far conoscere ai bambini delle scuole primarie che cosa è la malattia di Alzheimer, chi colpisce e che problemi comporta al malato e a chi vive con lui. “Il testo – spiegano i promotori del concorso – consente di conoscere i problemi più comuni determinati dalla malattia: dalla perdita della memoria all’incapacità di far fronte alle semplici e abituali attività della vita quotidiana e la loro ricaduta sulla famiglia e sui due nipotini Carlo e Daniela. Il libro muove dall’idea che i bambini, liberi da pregiudizi, abbiano un modo più spontaneo di rapportarsi con i malati di quanto non lo abbiano gli adulti.
Il testo è destinato ai ragazzi e preparato con la collaborazione dei ragazzi del “Foyer Domino” e della Scuola Elementare di Bereldange (Lussemburgo). E’ sbagliata l’idea che un bambino possa non venir implicato, vista la giovane età, nelle problematiche di relazione con un nonno malato di Alzheimer. Sono spesso proprio i bambini ad avere non solo minori difficoltà a relazionarsi con i malati, ma anche gli strumenti più adatti per instaurare con loro un rapporto sia comunicativo che affettivo e sereno. I bambini hanno una naturale padronanza della comunicazione non verbale che gli adulti hanno perso. Sono magicamente in grado di stare bene e divertirsi con un malato come solo in rarissimi casi sono capaci gli adulti. Tuttavia, nonostante le naturali facilitazioni, rapportarsi ad un nonno malato di Alzheimer è molto difficile anche per i bambini e spiegare loro i motivi di ciò che accade è di primaria importanza sia per la loro crescita che per il rapporto stesso con il nonno. Il Rotary club di San Miniato in collaborazione con le scuole ha voluto fare questo concorso per tentare di far riflettere i bambini su questa problematica utilizzando linguaggi e strumenti congrui con la loro età”.

 

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.