Palio, alla scoperta dei rematori: tutti i protagonisti foto

L’ultimo fotogramma di un anno fa era stato quello di una piazza incandescente. Contrade in ebollizione, l’una contro l’altra, al termine di un palio iniziato fra accesissime rivalità e finito in un mare di polemiche senza vincitori. Da allora sembra passato un secolo. In mezzo una lunga ed estenuante trattativa per rivedere il regolamento, seguita poi dalla messa a punto di un programma che fosse degno di una storia lunga trent’anni.

Un Palio di svolta
Castelfranco si prepara a vivere questa domenica il suo trentesimo Palio dei barchini, in un’edizione che promette di segnare una svolta nella storia della manifestazione, soprattutto dopo l’introduzione delle nuove regole che hanno posto limiti strettissimi allo sviluppo tecnico dei barchini, introducendo addirittura la grande incognita di quattro ruote “jolly”, tutti uguali e fornite dal Comitato Palio, che domani mattina saranno montante al posto di una delle quattro ruote di ciascun barchini, prima che i mezzi vengano chiusi sotto chiave nei locali dell’asilo nido. L’idea è stata quella di limare le differenze sui mezzi, riportando al centro della competizione la forza e la preparazione atletica dei rematori, mettendo anche fine alla rivalità esasperata fra San Martino e San Bartolomeo, le due contrade che negli ultimi anni avevano investito di più nel miglioramento ingegneristico dei barchini. Rivalità che nel 2015, fin dalle verifiche del sabato mattina, aveva creato le premesse di quanto accaduto poi nella gara del Palio. L’impressione è che il 2016 non sarà un anno zero, ma che comunque segnerà l’inizio di un’epoca nuova ancora da scrivere.

Le verifiche in piazza

Tre le novità di questa edizione, passata fino ad oggi un po’ in sordina, ci saranno anche le prime verifiche tecniche alla “luce del sole”. Per 29 anni le verifiche dei mezzi sono rimasti materia quasi “misteriosa”, riservata agli addetti ai lavori e sconosciuta al grande pubblico: ogni sabato mattina precedente al Palio, i barchini venivano portati alla scuola materna di piazza Garibaldi, lungo il circuito di gara, e lì controllati dai giudici prima di essere chiusi sotto chiave fino al pomeriggio della domenica. Stavolta, invece, tutto si svolgerà in piazza Bertoncini, di fronte alle logge del comune, a partire dalle 8 di domani mattina, sabato 28 maggio.

Stasera la presentazione dei rematori
Mercoledì sera, intanto, si sono concluse le prove libere dei barchini in piazza Garibaldi. Un’occasione per i rematori, dopo mesi di allenamenti nei rispettivi quartieri, per misurare le proprie capacità sul circuito ufficiale di gara. Tre serate che hanno fornito le prime indicazione sul palio di quest’anno, nonostante la consueta strategia delle contrade arrivate in piazza come sempre abbastanza “abbottonate”. Questa sera (venerdì 27 maggio) invece, tutti i rematori arriveranno davanti le logge del comune per la presentazione ufficiale degli equipaggi. Andiamo quindi a scoprire quali saranno i protagonisti dell’edizione 2016, con tutti i nomi dei ragazzi e delle ragazze che si sono allenati sul barchino, seguendo l’ordine di sfilata di quest’anno.

San Pietro a Vigesimo
I biancoazzurri arrivano al trentennale indossando il ruolo dei “vincitori morali” del palio 2015, che li vedeva in testa al secondo giro prima dell’invasione di pista e del successivo annullamento. Oggi come allora, il compito di riportare in San Pietro la vittoria che manca dal 2011 potrebbe essere affidato alla coppia Niko Mazzaccherini e Federico Monti, anche se i biancoazzurri hanno presentato quest’anno un elenco decisamente numeroso dal quale attingere. Oltre a Mazzaccherini e Monti, nella squadra allenata dall’ex rematore Mirko Toni (tre palii vinti tra 2008 e 2011) troviamo anche Daniele Farese, Andrea Melai, Marco Rinaldi, Alessio Schiavi, Filippo Orazzini, Claudio Farese, Mirco Cipriano e Stefano Farioli. Scelta obbligata, invece, per il cosiddetto Palio rosa: a difendere i colori del quartiere sud-orientale di Castelfranco saranno Caterina Giuntoli e Diletta Macchi.

San Michele in Caprugnana
Per i gialloneri di San Michele, invece, la sfida sarà ancora una volta quella di rompere l’incantesimo che prosegue ormai dal 2004, quando il quartiere nord-orientale del paese mise a segno la sua decime ed ultima vittoria. La missione dovrebbe essere affidata alla stessa coppia dello scorso anno: quella composta da Roberto Bizzozzero e Matteo Francalanci, mentre Stefano Orazzini, Matteo Masi e Vincenzo Caputo dovrebbero giocarsi i due posti disponibili per il minipalio. A rappresentare i gialloneri nel Palio al femminile saranno Sara Masoni e Luisa Maenza.

San Martino in Catiana
In casa verdearancio la prima notizia è il ritorno in pista di una coppia che è già nella storia: Alessandro Guerri e Antonio Storti, vincitori di tre edizioni consecutive fra il palio straordinario 2011 e quello del 2013, con Storti che detiene il record assoluto della manifestazione con 7 trionfi personali (altri 4 in
coppia con Sandro Pisano tra 2005 e 2010). Occhio alle sorprese, però, dato che il quartiere sud-occidentale può permettersi di schierare anche altri rematori di lunga esperienza, come Jacopo Mirarchi e Daniele Ciampini, insieme a Daniele Quarta, Leonardo Pelfer e all’esordiente Samuele Campinoti. Nel Palio rosa, infine, San Martino è l’unica contrada che quest’anno può prendersi il lusso di scegliere: ballottaggio tra la coppia composta dalle sorelle Ambra e Chiara Picchi e quella formata da Giorgia Baudinelli e Valentina Tierno.

San Bartolomeo a Paterno
I rossoblu del quartiere nord-occidentale hanno dovuto fare i conti, quest’anno, con l’assenza del “dietrista” Alessio Floria, squalificato per un anno dopo i fatti del Palio 2015, lasciando praticamente orfano il “davantista” Andrea Telleschi, col quale aveva trionfato nel 2014 partendo con il favore dei pronostici anche nel 2015. Telleschi fa parte anche quest’anno della squadra, ma tutto lascia pensare che il 2016 sarà l’occasione giunta per il salto di categoria della coppia Stefano Veltri ed Elia Ciaraolo: coppia di esperienza, reduce da due vittorie consecutive nel minipalio, che negli anni ha dimostrato di potersela giocare ampiamente anche nel palio che conta. A completare la squadra maschile sono poi Luca Spagli e Francesco Cavallini, mentre le esordienti Elisa Cetti e Jessica Della Polla saranno chiamate a guidare la barca rossoblu nel Palio rosa.

Giacomo Pelfer


Il programma completo del Palio 2016: leggi qui

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.