Quantcast

Scuola, affidati lavori alla Don Milani. Pronta a settembre

Sostituzione di tutti i corpi illuminanti, alcune delle superfici vetrate, della caldaia esistente con una a condensazione, la revisione della copertura e la successiva installazione di un impianto fotovoltaico, oltre a interventi vari di manutenzione straordinaria. E’ quanto sta per cominciare alla scuola primaria Don Milani di via Poliziano a San Miniato Basso (leggi qui Scuola Don Milani, 400mila euro di lavori ).

Si tratta di opere di manutenzione straordinaria e di efficientamento energetico che provengono da un investimento del Decreto Mutui, con il quale il governo ha scelto di investire 900 milioni in tutta Italia e 52 milioni in Toscana, destinati all’efficientamento energetico e agli interventi di manutenzione degli edifici scolastici.
“L’amministrazione comunale – spiegano il sindaco Vittorio Gabbanini e l’assessore ai lavori pubblici Marzia Fattori – aveva presentato alla Regione Toscana nel marzo 2015 richiesta di inserimento nella graduatoria per ottenere il finanziamento del 100 per cento per l’attuazione di interventi di riqualificazione e messa in sicurezza delle strutture scolastiche. Nel maggio 2015 è stata pubblicata la graduatoria completa e nella Provincia di Pisa otto scuole sono state ammesse al finanziamento, tra le quali appunto la scuola primaria Don Milani di San Miniato Basso, per un importo assegnato di 410mila euro”.
La gara per l’aggiudicazione dei lavori, indetta a febbraio 2016, è stata suddivisa in tre stralci.
“I lavori sono stati consegnati lunedì 13 giugno – proseguono i due amministratori -. Grazie a questo tipo di interventi, contiamo di riuscire a ottenere un risparmio energetico piuttosto consistente, in modo da proseguire il grande lavoro intrapreso dalla nostra amministrazione, sempre più impegnata verso l’utilizzo di energie alternative”.
Intanto in questi giorni sono in corso le operazioni di trasferimento degli arredi e del materiale scolastico ai magazzini comunali, in modo da consentire il regolare svolgimento dei lavori. “Sfruttiamo il periodo della chiusura estiva della scuola, in modo da non intralciare l’attività didattica e da garantire la riapertura dell’edificio per l’avvio del nuovo anno scolastico”, concludono i due amministratori.

 

Leggi anche San Miniato, l’elenco completo delle opere pubbliche

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.