Quantcast

Senza casa, dormono in una roulotte abbandonata a S. Romano foto

Avevano deciso che quella sarebbe stata la loro nuova casa. Un rifugio appartato, quasi nascosto, racchiuso tra la massicciata della ferrovia e i capannoni della vecchia zona artigianale di San Romano. Un luogo dove trovare un riparo per la notte, all’interno di un’auto e di una roulotte fatiscenti trasformate in abitazione.

È una storia di disagio sociale e di disperazione quella che arriva da San Romano, nel comune di Montopoli, dove la polizia municipale è intervenuta nella mattina di ieri e di nuovo questa mattina, venerdì 1 luglio, per identificare le persone che vivevano all’interno dei due mezzi. Insieme agli agenti anche i volontari dell’associazione naturalistica Geza Toscana.
“In questo momento stiamo cercando di capire chi sono e che storia hanno – spiega la comandante della polizia municipale Luisetta Giglioli -. Ovviamente abbiamo subito attivato un percorso con i servizi sociali”. Il primo dei due, quello residente nell’auto, avrebbe un passato di difficoltà già noto ai servizi sociali del comprensorio, mentre l’altro, che aveva preso casa all’interno della roulotte, sarebbe arrivato nel comune di Montopoli solo nella sera di mercoledì 29. “Ci ha raccontato di essere stato sfrattato dalla propria abitazione a Pisa – spiega Giglioli -. L’obiettivo, adesso, è quello di trovare una sistemazione adeguata: un luogo salubre e decoroso dove possano vivere. L’intervento, del resto, è stato calibrato fin da subito con i servizi sociali piuttosto che dal punto di vista del codice della strada, dando ovviamente priorità agli aspetti umani della vicenda”. L’area in questione si trova nei pressi di via degli Artigiani, in uno spazio lungo la ferrovia di proprietà dell’amministrazione comunale. Spazio nel quale sono state trovate anche due auto abbandonate: un fenomeno ricorrente, specie nei pressi della stazione di San Romano, per il quale la polizia municipale ha già avviato la procedura per risalire ai proprietari.

 

Giacomo Pelfer


Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.