Quantcast

Fontvieille, i giovani tengono salda l’amicizia foto

“Tanti anni sono passati da quando i nostri concittadini hanno cercato lavoro e hanno trovato una casa, spesso anche una famiglia, a Fontvieille. Oggi continuiamo a rendere vivo questo forte legame tra i nostri paesi con una rappresentanza di giovani ragazzi, a cui speriamo di consegnare il testimone per far proseguire nel tempo la nostra amicizia”. Lo ha detto la sindaco di Santa Maria a Monte Ilaria Parrella, durante la cerimonia a Fontvieille.

Sono stati più di 50 i partecipanti allo scambio culturale organizzato dal Comitato gemellaggi di Fontvieille e di Santa Maria a Monte, in occasione del 25esimo anno di gemellaggio tra i due comuni.
Oltre alla delegazione ufficiale del Comune con il sindaco Ilaria Parrella e l’assessore con delega al gemellaggio Elisabetta Maccanti, hanno partecipato al viaggio il presidente del comitato, presidente storico della pro loco e professore onorario Marco Bertolini, la vicepresidente Michela Novelli, Guido Fontanelli, Patricia Maffei ed Enzo Nardi. Alla cerimonia hanno preso parte anche due dei sindaci che hanno contribuito a portare avanti il gemellaggio nel corso del tempo: Silvano Melani, che firmò la prima carta nel 1991 e Patrizia Marchetti, oltre alle sindaco francese Fréderic Mison. Il sindaco francese, Guy Frustié e gli assessori Pascal Delon, Jeannine Paur, Marie-France Villiermet e Jacques Arnoux, insieme al presidente del comitato francese Maria Lucchesi di Fontvieille, hanno ricevuto il gruppo composto soprattutto dai giovanissimi studenti delle scuole medie di Santa Maria a Monte,  che come prevede lo spirito del gemellaggio sono stati ricevuti in famiglia e hanno partecipato in maniera attiva allo scambio. Da venerdì 1 luglio a lunedì 4 luglio, infatti, i ragazzi che hanno partecipato alla cerimonia di rinnovo della carta del gemellaggio sono stati a Fontvieille per compiere questa importante esperienza educativa. Tanti i giovani cittadini che hanno preso parte all’evento: dal sindaco del consiglio dei ragazzi Samuele Campo, ai giovani studenti delle classi francesi. Sei, in particolare, sono stati gli alunni della scuola media che sono stati indicati per partecipare al progetto di scambio Tra Carducci e Mistral, i poeti storici dei due paesi che hanno cantato i nostri Comuni. Il sindaco e gli assessori di Santa Maria a Monte che hanno partecipato all’incontro hanno rinunciato ad effettuare il viaggio in maniera gratuita, permettendo in questo modo ai sei ragazzi indicati dalla scuola di poter partecipare allo scambio senza sostenere le spese del viaggio.
“Tutto è iniziato nel 1991, qui, a Fontvieille – ha ricordato Parrella -. Un lavoro che non ha fatto che proseguire grazie all’impegno dei Comitati, presieduti da Silvia Memmini prima e dal professore Marco Bertolini oggi, dei sindaci  che si sono succeduti nel tempo e di tutti hanno collaborato per rinsaldare i rapporti con Fontvieille. Il nostro gemellaggio rappresenta un grande esempio di integrazione europea. Una voglia di essere cittadini d’Europa che, in questo momento, sentiamo di dover affermare con rinnovata forza”.
Nella cerimonia sono stati ricordati anche Luigi Novelli, grande sostenitore del gemellaggio, Loriano Marchetti, che partecipava con grande passione alle iniziative di scambio e il presidente onorario Alberto Ristori.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.