Meno clienti ma più motivati, segnali positivi da Parigi foto

Una fiera con poche presenze. Poca partecipazione in termini di visitatori, ma con una clientela allo stesso tempo più motivata e dalle idee molto chiare. È ancora presto per capire in che modo le fiere di settembre incideranno sul mercato della filiera pelle. Per quello occorrerà attendere l’appuntamento milanese di Lineapelle ormai alle porte, ma i primi giudizi al ritorno dalla fiera di Parigi sono tutto sommato positivi.

“Meno clientela ma più motivata” sintetizza Piero Maccanti, direttore dell’Associazione conciatori, rientrato ieri pomeriggio in Toscana dopo il viaggio nella capitale francese per la tradizionale vetrina di Premier Vision, dedicata alle tendenze moda della stagione autunno-inverno 2017-2018. “Quello che si è notato è innanzitutto un minor afflusso di clienti. Generalmente il giorno clou per le concerie è il secondo: la prima giornata è tradizionalmente legata al tessile ed è quella che attira gli stilisti, mentre il secondo giorno i clienti si spostano nel campo degli accessori e quindi della pelle. Anche mercoledì, invece, la carenza di clienti era evidente”. Un calo, tuttavia, che a detta di Maccanti sembra aver poco a che fare con l’economia del settore. “Penso sia dovuta più ai timori legati al terrorismo, specialmente a Parigi. Data anche la vicinanza con Lineapelle, credo che molti clienti abbiano preferito aspettare preferendo Milano”. La stessa filosofia, del resto, sembra aver coinvolto anche molte delle concerie del comprensorio, volate a Parigi con numeri un po’ più ridotti rispetto al passato, ad eccezione ovviamente di quelle aziende abituate a lavorare con i clienti d’oltralpe.
A monopolizzare la fiera, infatti, sono state principalmente le maison francesi, arrivate a Premier Vision con le idee abbastanza chiare. “In generale – dice Maccanti – la clientela era più selezionata: chi è venuto in fiera lo ha fatto in modo mirato e motivato. E questo rappresenta sicuramente un segnale positivo anche in vista di Lineapelle”. L’appuntamento di Parigi, intanto, ha fornito le prime indicazioni sui pellami che indosseremo nell’autunno-inverno del 2017: “La tendenza è caratterizzata da colori abbastanza forti, a partire dal rosso fino ad arrivare al marrone, con prevalenza delle tonalità scure”.

Giacomo Pelfer

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.