Quantcast

Cavalieri del Tau, un giorno da pellegrini sulla Francigena foto

Preghiere e riflessioni. In un giorno passato insieme, tra storia e natura. Domenica 25 settembre, il pellegrinaggio Chimenti–Poggio Adorno è stato organizzato in sinergia dalla Magione di San Minato della storica compagnia degli Insigniti Cavalieri del Tau o di San Jacopo d’Altopascio e la diocesi di San Miniato.

Alla partenza, dopo una breve introduzione sull’importanza della valorizzazione sotto il profilo religioso della via Francigena e il fondamentale ruolo svolto della confraternita dei Cavalieri del Tau, don Udoji Onyekweli, parroco della comunità parrocchiale di Galleno, Pinete e Querce ha impartito la benedizione ai partecipanti. La prima tappa ha portato i più 70 pellegrini alla chiesa di Galleno dove i fedeli hanno pregato e letto alcuni passi del Vangelo di Giovanni. Il cammino è proseguito nei boschi delle Cerbaie: qui, come illustrato da Massimiliano Petrolo, presidente del comitato civico Pro Via Francigena o Romea, grazie al clima umido e fresco, insieme ai più comuni alberi come ontani, querce e abeti bianchi, sopravvivono ancora piante rarissime come la Drosera Rotundifolia, una pianta carnivora dell’era glaciale e la Osmunda Regalis, tipica pianta dei climi tropicali, risalente a circa 10 milioni di anni fa.
Durante questo tragitto, guidati dal diacono Leonardo Stampa, sono proseguite preghiere e riflessioni. L’arrivo a Poggio Adorno è avvenuto alla villa Vettori-Bargagli messa a disposizione, per questa occasione, dalla proprietà, le famiglie Giannoni e Giovacchini, titolari anche della Conceria Sidney di Santa Croce sull’Arno. Nel parco si è svolto il pranzo del pellegrino organizzato da Vittoria Pellegrini del bar Mondiale di Galleno. Prima del pasto, padre Tommaso Zaragoza, referente spirituale per la Magione di San Miniato dei Cavalieri del Tau, ha concluso la prima parte dell’evento pregando con tutti i presenti e leggendo un altro passo del Vangelo di Giovanni. La conviviale, ha cui ha partecipato la sindaca di Santa Croce Sull’Arno Giulia Deidda, ha dato l’opportunità di consolidare la fratellanza e l’amicizia fra tutti i partecipanti.
Il Gran cancelliere Alessandro Valiani e l’Alto magistrato Pier Luigi Luti, hanno voluto ringraziare Roberto e Maurizio Giannoni per l’ospitalità ricevuta e la particolare disponibilità concessa. nel pomeriggio, anche il vescovo di San Miniato Andrea Migliavacca ha raggiunto la comitiva, per una visita alla villa e per presiedere la santa messa, concelebrata con don Udoji Onyekweli e padre Tommaso Zaragoza. Presente anche il sindaco di Castelfranco di Sotto Gabriele Toti.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.