Referendum, incontro informativo all’Atelier Shalom

Anche il movimento Shalom ha voluto dare il proprio contributo per un voto consapevole al referendum costituzionale. La Commissione diritti umani del movimento, infatti, ha organizzato ieri (24 novembre), negli spazi dell’Atelier Shalom di San Miniato, un incontro aperto per informare sul quesito referendario del prossimo 4 dicembre.

Sono intervenuti la dottoressa Fabrizia Bertelli, esponente del comitato per il No e il dottor Lorenzo Toni del comitato del Si. Introdotti e moderati da Andrea Mancini, hanno espresso a turno le motivazioni a sostegno della loro idea con passione e competenza, sviscerando nel dettaglio tutti i punti della proposta di riforma costituzionale. Successivamente c’è stato spazio per le domande e per gli approfondimenti. “Devo dire di aver assistito a un confronto sereno nei toni, serio e profondo nei contenuti – spiega Luca Gemignani direttore del Movimento- che ha dato modo a tutti i numerosi intervenuti di poter approfondire il merito del quesito referendario”.
Come nello stile Shalom, tutti hanno potuto esprimere la propria idea nel rispetto di quella altrui, anche se contrapposta. “Il movimento – continua Gemignani – non prende posizione sulla scelta che rimane assolutamente personale, ma ci sentiamo in dovere di fare un appello ad andare a votare, conoscendo il merito del quesito, poiché ci sembra un passaggio importante per la nostra nazione ed è bene che ci sia una ampia partecipazione popolare”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.