Sei mesi di Ostello San Miniato, Matteoli fa il primo bilancio

“Sei mesi con il segno più. Siamo partiti a luglio, nel cuore della stagione, senza una vera e propria campagna promozionale e i risultati che, dopo sei mesi di attività, possiamo registrare ci fanno ben sperare anche per i mesi che verranno”. A sei mesi dall’inaugurazione dell’ostello di San Miniato (qui Ostello San Miniato, giovedì l’inaugurazione), nell’ex tipografia Palagini, è questo il bilancio della direttrice della cooperativa La pietra d’angolo Monica Matteoli.

Nel solo mese di luglio i pernottamenti sono stati 243, mentre in agosto 121, due mesi notoriamente più favorevoli dal punto di vista climatico che vede salire l’affluenza dei pellegrini in cammino lungo la via Francigena. A settembre, mese interlocutorio, i visitatori sono stati 81, mentre in ottobre 90 e 50 in novembre, stesso numero di prenotazioni che si registrano, ad oggi, per il mese in corso.
“Adesso entriamo nei mesi di minor flusso – prosegue Matteoli -. Per avere un vero e proprio dato di riferimento occorre arrivare al periodo primaverile, prima del grande caldo estivo, momento in cui i pellegrini si mettono maggiormente in viaggio. Per ora, rispetto al numero complessivo di presenze, i pellegrini sono stati circa il 70%, mentre gli stranieri sono complessivamente il 60%, in maggioranza rispetto agli italiani”.

 

La struttura di piazza Mazzini ha 13 posti letto e un costo di 16 euro al giorno, insieme a numerosi altri servizi a corredo. “Abbiamo la lavanderia, la cucina, la tv, la linea wi-fi e una persona che dà ai visitatori tutte le principali informazioni di interesse turistico (musei, ristoranti…) della nostra città – spiega ancora Matteoli -. All’ingresso della struttura abbiamo messo un piccolo quaderno sul quale i nostri ospiti possono lasciare commenti, recensioni, spunti e idee, e i pareri sono più che positivi, questo ci fa ben sperare per il futuro”.
“L’Ostello di San Miniato si sta rivelando una struttura di ricezione turistica in grado di accogliere quella fascia di visitatori della via Francigena e non solo, che fino ad oggi restava scoperta – spiega il sindaco di San Miniato, Vittorio Gabbanini -. I dati sono positivi, soprattutto se si tiene conto che lo abbiamo inaugurato senza fare pubblicità e nel bel mezzo della stagione dei cammini. Il nostro intento è quello di veder crescere ancora una struttura che ha un potenziale enorme e sulla quale questa amministrazione ha investito davvero molto. Aspettiamo il clou della stagione, in primavera, e poi faremo un bilancio globale relativo al primo anno di attività”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.