Quantcast

Pm10: siamo a 23 sforamenti, si prorogano le ordinanze

Continano, con l’intensificarsi del periodo più critico dell’anno, gli sforamenti dei livelli di Pm10 nel Comprensorio, ormai fattisi praticamente giornalieri a partire dallo scorso 9 dicembre. Ieri, al 23esimo superamento dei livelli di polveri sottili, molti dei comuni hanno nuovamente alzato il livello di allarme, prorogando per la seconda volta l’ordinanza originaria con i vari divieti legati all’inquinamento atmosferico.

Una strada, quella dell’ordinanza (e in questo caso della proroga) che oggi, 16 dicembre, hanno intrapreso già i comuni di Santa Croce e Fucecchio. In entrambi i casi si vieta ancora l’accensione di fuochi all’aperto e abbruciamenti di sfalci, potature, residui vegetali o altro fino al 20 dicembre, a causa dei dati preoccupanti registrati dalla centralina situata a Santa Croce sull’Arno e segnalati dall’Arpat. Si invitano inoltre i cittadini alla limitazione dell’utilizzo dei mezzi privati di trasporto, privilegiando l’uso del mezzo pubblico o altri mezzi di trasporto a basso impatto ambientale. Si ricorda inoltre che l’ordinanza potrà essere prorogata anche dopo il 20, di cinque giorni in cinque giorni, al persistere di condizioni critiche, stando ai dati che giornalmente sono registrati dalla centralina santacrocese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.