Quantcast

Falsi addetti e truffe agli anziani, 5 indagati a S.Croce

Avevano fatto il brutto e cattivo tempo in vari comuni del Comprensorio, mettendo in allarme in particolar modo gli anziani, vittime privilegiate convinte ad aprire i propri appartamenti sotto le mentite spoglie di addetti della società elettrica. Adesso le indagini, ancora in corso, per le numerose truffe avvenute nei mesi scorsi, hanno portato ai primi avvisi di garanzia.

A riceverli in questi giorni dalla stazione dei Carabinieri di Santa Croce sull’Arno sono stati cinque cittadini italiani, di cui quattro uomini e una donna, per il reato di “furto con destrezza”. Gli stessi, al termine di una lunga e laboriosa attività di indagine, sono stati identificati, quali autori di una particolare attività criminosa: fingendosi infatti addetti di aziende di gestione di utenze domestiche, sono riusciti, più volte, a introdursi nelle abitazioni, con il pretesto di dover verificare alcuni impianti di acqua o gas. Una volta entrati negli appartamenti con il consenso dei proprietari, hanno commesso furti di monili o denaro contante. Dopo alcune denunce sporte dalle vittime, i carabinieri sono riusciti a ricostruire le dinamiche esatte dei furti e a scoprirne gli autori. L’indagine rientra nel più ampio ambito della prevenzione e repressione delle truffe e dei furti ai cittadini, con particolare attenzione ai più anziani, che spesso vengono individuati dai malviventi come vittime di raggiri.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.