Tartufo re della tavola, nel piatto principe della ristorazione pisana

Il tartufo bianco di San Miniato non sarà stato decisivo. Ma certo ha dato un po’ di gusto e prestigio al piatto de L’Osteria del Pinzagrilli di Guardistallo, che ha vinto l’edizione numero 14 del Premio della ristorazione pisana, l’iniziativa organizzata dalla Confesercenti Toscana Nord in collaborazione con Pisa Quality Restaurants e con la compartecipazione della Camera di Commercio.

 

Erano 29 i ristoranti partecipanti alla sfida che, quest’anno, si giocava sui primi piatti. Quello dell’Osteria Pinzagrilli era un Tramonto d’autunno: ravioli di cavolo nero al Fauglia (un pecorino del Caseificio Busti) con zuppetta di lenticchie rosse del Cerreto, pancetta del Sandri e tartufo bianco di San Miniato.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.