Disorientata e spaventata, recuperata a Capanne foto

Ormai da quattro giorni girava nella zona dello svincolo Fipili di Capanne. Disorientata, probabilmente infreddolita, ma allo stesso diffidente verso chiunque cercasse di avvicinarla.

Questa mattina, invece, i volontari dell’associazione Geza sono riuscita a recuperarla con l’aiuto di alcuni cittadini e passati. È una canina di razza, un segugio, che negli ultimi giorni girava tra la superstrada e l’area dello svincolo, mettendo in pericolo sé stessa e la sicurezza degli automobilisti. Non è chiaro se la canina, risultata priva di microchip e tatuaggio, sia stata abbandonata o meno.
In questi giorni, era stata vista scorrazzare in FiPiLi per poi scendeva verso il bar la Rotonda. In più occasioni, sia la polizia municipale, sia i volontari di Geza, i carabinieri e i numerosi animalisti che si fermavano, avevano provato senza successo a prenderla: la canina era molto diffidenza e scappava di fronte a chiunque cercasse di avvicinarla. “Oggi, invece – raccontano da Geza – con 5 nostri operatori e due mezzi, tra cui l’ambulanza veterinaria, siamo riusciti a prenderla e a metterla al sicuro. Ringraziamo tutti coloro che si sono fermati per darci una mano, tra cui 2 ragazzi di nazionalità albanese di cui non conosciamo il nome, insieme al proprietario del furgone ambulante che vende i panini e altri automobilisti che, chiudendo il traffico, ci hanno permesso di catturarla e metterla in salvo”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.