Quantcast

Edilizia Residenziale Pubblica, bando aperto a Santa Croce

Al via il bando per gli alloggi popolari nel comune di Santa Croce. L’amministrazione ha infatti emesso il bando per la formazione della nuova graduatoria di assegnazione in locazione semplice degli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica che si renderanno disponibili nel comune. Tale bando è in pubblicazione sul sito del comune e avrà ampia diffusione sul territorio per tutto il periodo previsto per legge.

Il nuovo bando, indetto ai sensi degli artt. 3 e 12 della L.R. n°96 del 20.12.1996, come modificata dalla L.R. n° 41 del 31.03.2015, riconosce un rilievo maggiore alla presenza di anziani e disabili all’interno del nucleo familiare, introduce l’Isee come strumento di valutazione, aumenta il punteggio per storicità (residenza decennale nel Comune e presenza continuativa in graduatoria).
 
I requisiti
Fra i requisiti richiesti troviamo: a) cittadinanza italiana o di uno Stato aderente all’Unione Europea; i cittadini stranieri hanno diritto di accesso secondo le disposizioni statali in materia; b)residenza anagrafica o attività lavorativa stabile esclusiva o principale nell’ambito territoriale regionale da almeno 5 anni; c) situazione economica equivalente Isee non superiore alla soglia di Euro 16.500; d) assenza di titolarità, usufrutto, uso e abitazione su immobili ad uso abitativo nel territorio italiano o all’estero; e) assenza di titolarità da parte dei componenti il nucleo familiare di beni mobili registrati con valore complessivo superiore a 25mila euro; f) assenza di precedenti assegnazioni in proprietà, o con patto di futura vendita, di alloggi realizzati con contributi pubblici o finanziamenti agevolati dallo Stato, dalla Regione o da altri enti territoriali o pubblici; g) assenza di dichiarazione di annullamento dell’assegnazione o di dichiarazione di decadenza dall’assegnazione di un alloggio Erp; h) assenza di attuale occupazione abusiva di alloggi Erp senza le autorizzazioni previste dalle disposizioni vigenti, nonché di occupazioni non autorizzate nei 5 anni precedenti la presentazione della domanda.
 
“L’apertura del presente bando rappresenta il coronamento di un lavoro lungo ed accurato svolto dal nostro Ufficio Casa ed è il frutto di un impegno congiunto dei comuni del Valdarno per procedere ad una gestione armonica di tempi e procedure nel territorio” scrivono dall’amministrazione. “Il lavoro congiunto ci ha permesso di trattare in modo coordinato anche il tema dell’emergenza e della precarietà abitativa che interessano sempre più ampi strati della popolazione e in merito alle quali la nostra amministrazione ha da anni messo in campo numerose misure ed interventi economici e sociali per prevenire lo sfratto, attivare nuovi contratti di locazione, sostenere i nuclei nella gestione dell’abitazione”.
 
Bando e informazioni
Il modulo per presentare le domande è scaricabile dal sito internet del Comune (dove è visionabile anche il testo integrale del bando) oppure può essere ritirato presso l’Ufficio Casa, posto al 1° piano del palazzo comunale, aperto dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 13,30 e martedì e giovedì anche dalle ore 15 alle ore 17,30. All’Ufficio Casa (telefono 0571389938 e 0571389981) ci si può inoltre rivolgere per avere informazioni sui requisiti necessari per presentare la domanda e chiarimenti sulle modalità di compilazione. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata per le ore 17,30 del 16 marzo 2017.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.