Fucecchio, in bilancio tariffe invariate e più investimenti

Quello approvato nei giorni scorsi dal consiglio comunale di Fucecchio è un bilancio di previsione da 22 milioni di euro. Una cifra considerevole, eppure mai come quest’anno l’amministrazione comunale è riuscita ad arrivare all’approvazione dell’atto di programmazione in tempi rapidi. Avere il documento di indirizzo annuale già pronto a gennaio vuol dire poter lavorare senza vincoli, senza esercizio provvisorio e quindi con la possibilità di fare affidamenti annuali e non temporanei. In pratica vuol dire snellire le procedure e ridurre drasticamente una bella fetta di burocrazia.

Quella relativa ai tempi di approvazione è soltanto la prima delle notizie positive. Sicuramente più interessante per i cittadini è quella relativa alle tariffe e alle aliquote che nel 2017 rimarranno invariate sia per i tributi (Imu, Tari, etc) che per i servizi a domanda individuale (asilo nido, mensa e trasporto scolastico, trasporto pubblico locale, centri estivi, piscina comunale, etc). Servizi che saranno confermati tutti anche nell’anno appena iniziato nonostante il Comune debba fare i conti, rispetto al 2016, con minor entrate per circa 200 mila euro dovute ad una diminuzione dei trasferimenti statali, in attesa dei decreti attuativi del governo per la ripartizione tra tutti i comuni d’ Italia dei fondi economici stabiliti dalla legge di bilancio (quasi 3 mila milioni di euro).

Per raggiungere il pareggio di bilancio (ex patto di stabilità) l’amministrazione comunale ha ottimizzato le spese di gestione per il funzionamento dell’ente. In corso d’opera comunque le cose miglioreranno ulteriormente grazie ai contributi che dovrebbero provenire dagli altri enti. L’Unione dei Comuni dell’Empolese Valdelsa, ad esempio, consentirà al Comune di risparmiare 36 mila euro per i corsi universitari e finanzierà con 80 mila euro la sistemazione di appartamenti da destinare all’emergenza abitativa, oltre ai trasferimenti che ci saranno grazie all’avanzo di gestione.
“E’ un bilancio – commenta il sindaco Alessio Spinelli – attento alle questioni sociali e alle nuove povertà. Un bilancio che rispetta pienamente i vincoli di finanza pubblica anche grazie ad un livello di indebitamento del Comune molto basso, ben al di sotto di quanto consentito dallo Stato. Inoltre potremo disporre dei fondi che il Governo dividerà tra i vari comuni nel corso dell’anno”.
Il bilancio, è bene ricordarlo, è un documento flessibile che nel corso dell’anno può essere rimodulato sulla base di nuovi finanziamenti e fondi che il Comune potrebbe ottenere anche dai bandi regionali.
“Quello che mi preme sottolineare – prosegue il sindaco – è che tutti gli investimenti e le iniziative che porteremo avanti nel 2017 sono quelle contenute nel programma di mandato che i cittadini hanno sottoscritto nel 2014 (votando per il Pd e per la lista civica “Idee e concretezza”), eleggendomi con oltre il 60% dei voti”.

Gli investimenti
Un capitolo importante nel bilancio di previsione lo rivestono come sempre le opere pubbliche. Una particolare attenzione, nel 2017, sarà dedicata agli edifici scolastici anche grazie al contributo della Regione Toscana. Sono attualmente 18 i cantieri aperti per le verifiche delle condizioni statiche e strutturali degli immobili. Anche alla manutenzione del patrimonio immobiliare comunale, formato da un discreto numero di edifici, saranno destinati ingenti somme.
Poi ci sono le nuove opere. In questi giorni sono in dirittura di arrivo i lavori per la riqualificazione di piazza della Ferruzza e per la creazione della nuova rotatoria. Un intervento che rende più funzionale e più moderna una delle porte di accesso a Fucecchio come previsto dal Piano della Mobilità e del Traffico. Nel corso dell’anno sono poi previsti altri significativi interventi, il principale dei quali sarà senza dubbio l’avvio dei lavori per la riqualificazione di piazza Montanelli e piazza Amendola. Un intervento da un milione e 400 mila euro, finanziato attraverso un mutuo e con i fondi del governo, che rinnoverà completamente due delle principali piazze del centro cittadino. Altri interventi molto importanti avranno poi come obiettivi la sicurezza e lo sviluppo turistico: il Comune finanzierà con 170 mila euro la riqualificazione delle ex scuole Landini Marchiani, per adattarle alle esigenze della nuova Tenenza dei Carabinieri, e con 250 mila euro, 138 dei quali provenienti dalla Regione, la realizzazione di una struttura per raggiungere la sommità di una delle torri di Parco Corsini dove verrà creato un punto panoramico che valorizzerà l’intero complesso medievale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.