Casa di riposo in ‘movimento’: uscite e attività alla Meacci

Prosegue il ciclo di uscite dedicate alla cultura per gli ospiti della casa di riposo Meacci di Santa Croce. Tanti piccoli viaggi alla scoperta della storia e dell’archeologia, per stimolare la curiosità, l’interesse e la condivisione di esperienze. L’ultima uscita in ordine di tempo è stata quella dello scorso giovedì, 2 febbraio, quando alcuni ospiti della casa di riposo sono stati accompagnati a visitare il Museo Archeologico di Peccioli.

Con la guida di uno storico, gli anziani hanno osservato con interesse corredi e oggetti d’uso di epoca etrusca, hanno ascoltato con attenzione le spiegazioni, hanno fatto domande ed hanno ricevuto in dono il catalogo e il dvd della mostra. Una nuova bella esperienza che si aggiunge a quelle già realizzate lo scorso anno e che hanno riscosso tanto successo tra i partecipanti. Altre visite sono già in programma per l’anno appena iniziato, tra cui, a breve, quella al Museo della Memoria locale di Cerreto Guidi e al Museo Benozzo Gozzoli di Castelfiorentino, all’interno del progetto di un percorso museale dedicato all’Alzheimer.
“Vogliamo sottolineare quanta partecipazione e curiosità abbiano suscitato queste iniziative, che fanno parte di un programma culturale e sociale davvero interessante – dice l’assessore alla coesione sociale Carla Zucchi -. Queste attività hanno per noi una doppia valenza: contribuiscono a tenere vivi gli interessi degli anziani, che non solo accolgono di buon grado le proposte degli operatori, ma propongono anche in prima persona i percorsi culturali preferiti, sulla scorta di passate esperienze e di nuove curiosità; stimolano la condivisione, poiché consentono a chi non ha la possibilità di muoversi dalla struttura di vivere indirettamente le esperienze, attraverso il resoconto in parole e immagini delle visite e delle impressioni riportate”.
L’apertura al territorio, del resto, è un impegno costante per la nostra casa di riposo. Impegno che recentemente è stato realizzato attraverso la visita alle mostre allestite nella biblioteca comunale o nel centro di attività espressive di Villa Pacchiani e mediante la partecipazione alla vita del paese, come è avvenuto in occasione delle iniziative di “Tutti al centro” e della Cena della legalità 2016.
Accanto a queste occasioni speciali proseguono le attività organizzate all’interno della struttura, per offrire a tutti gli ospiti occasione di socializzazione e svago: le feste di compleanno con amici e familiari, la festa estiva all’aperto e la castagnata, rallegrate dagli amici del coro ‘Sulle ali della musica’, della ‘Band Asl’ e dell’associazione Delfino Azzurro. E ancora le numerose visite di amici, cittadini, associazioni, volontari, e i graditissimi incontri con le scolaresche che scambiano con i “nonni” conoscenze e ricordi, gli incontri di informazione sui problemi della terza età e le coinvolgenti sedute di musicoterapia, clownterapia, narrazione creativa, organizzati dalla commissione casa di riposo.
“Un’offerta interessante e varia – conclude Zucchi – che vogliamo sostenere perché rappresenta per noi il valore aggiunto all’impegno quotidiano nell’assistenza e nella cura degli anziani”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.