Quantcast

Lotta a zanzare, topi e piccioni a Fucecchio

Derattizzazione, interventi anti-zanzare e contenimento dei piccioni: il comune di Fucecchio mette in campo un piano i vista della primavera. Azioni antilarvali innanzitutto, per prevenire l’arrivo della zanzara tigre, ma anche lotta a ratti e uccelli molesti nel centro.

Per quanto riguarda gli interventi antilarvali, a partire dal mese di aprile, secondo uno specifico calendario che sarà pubblicizzato sul sito del Comune (raggiungibile QUI), saranno trattate tutte le caditoie stradali con un prodotto biologico specifico non dannoso per l’ambiente, composto dall’associazione tra Bacillus sphaericus e Bacillus thuringiesnis var. Isralelensis che agisce per ingestione esclusivamente sulle larve di zanzare e non sugli altri organismi presenti in ambiente acquatico. Si tratta dello stesso prodotto che è stato oggetto di sperimentazione lo scorso anno. Oltre a questo, verrà ampliata la campagna informativa sui corretti comportamenti da tenere per evitare di favorire la proliferazione delle zanzare. Nel mese di maggio saranno organizzate due riunioni con la cittadinanza e saranno distribuiti nelle scuole elementari e medie cd-rom informativi che attraverso un cartone animato spiegano come prevenire e proteggersi dalla zanzara tigre. Saranno poi sperimentate nei campi estivi delle trappole per il monitoraggio e la cattura delle femmine adulte di zanzara urbana e tigre impiegate in combinazione con un potente attrattivo artificiale che simula l’odore del corpo umano. Infine, sulle aree verdi, prima dell’inizio di eventi e manifestazioni estive saranno organizzate disinfestazioni adulticide circoscritte alle sedi degli eventi.

Quanto ai topi, sul territorio comunale sono già attive 155 postazioni per la derattizzazione che verranno monitorate mensilmente. I servizi di monitoraggio e controllo delle postazioni fisse, da quest’anno saranno registrati anche su un sistema informatizzato che permette di raccogliere i dati relativi agli interventi svolti con memorizzazione del risultato del monitoraggio e relativa archiviazione. La gestione delle postazioni sarà inoltre regolata dalle nuove indicazioni riportate sui prodotti rodenticidi, che vietano il loro impiego in maniera permanente. Le postazioni presenti sul territorio sono state rifornite delle esche biocide nel mese di febbraio e saranno monitorate nel mese di marzo, dopodiché, nel mese di aprile, le esche tossiche saranno eliminate dalle postazioni non visitate e sostituite con esche non tossiche. Nel mese di maggio saranno di nuovo monitorate al fine di introdurre nuovamente le esche tossiche laddove necessario. Questo nuovo sistema di monitoraggio permette di ridurre l’intossicazione secondaria di altri animali non bersaglio. In alcuni edifici di proprietà comunale, inoltre, saranno introdotte delle trappole innovative che permettono l’eliminazione dei topi con una scossa ad alta tensione che causa minori sofferenze ed evita l’utilizzo di veleno. Due volte l’anno, nei mesi di luglio e dicembre, sarà effettuata anche una derattizzazione straordinaria della rete fognaria del centro storico. Inoltre, la ditta incaricata del servizio, nel mese di marzo elaborerà uno studio e una mappatura di tutte le aree che potrebbero essere focolai di sviluppo di roditori in aree private.


Per quanto riguarda il contenimento dei piccioni, quest’anno il comune sperimenterà su un edificio di proprietà comunale degli innovativi dispositivi di dissuasione ottica e olfattiva, innocui, ma in grado di allontanare i piccioni. Si tratta di un gel che per un’illusione ottica, appare agli uccelli come una fiamma accesa. La deterrenza visiva, inoltre, è ulteriormente rinforzata da selezionati oli naturali che sono ripugnanti all’olfatto e al gusto degli uccelli. Il prodotto è stato sperimentato con buoni esiti sui monumenti di altre città toscane. “L’amministrazione comunale – commenta l’assessore all’ambiente Silvia Tarabugi – è sensibile a questo tipo di problematiche ed è sempre alla ricerca di soluzioni, anche innovative, per migliorare la situazione su questo versante. Siamo consapevoli che l’eccessiva presenza di certi animali, oltre che un fastidio per i cittadini, può essere foriera di degrado e causare danni anche agli edifici, come nel caso dei piccioni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.