Tariffe bloccate, Santa Maria rinnova il patto coi sindacati

Confermato anche per per il 2017 l’accordo tra il comune e le organizzazioni sindacali sui contenuti della manovra fiscale di bilancio e la linea tracciata della pressione fiscale, come ormai avviene da tre anni. L’amministrazione comunale, rappresentata dal sindaco Ilaria Parrella, ha infatti incontrato i rappresentanti Paolo Graziani (Cgil), Giorgia Bumma (Cisl), Debora Bussotti (Uil), Floriana Marrucci (Spi Cgil), Dino Tamburini e Concetto Mallia (Fnp Cisl) e Marcello Casati (Uil Pisa), per la verifica in itinere della manovra di bilancio 2017.

Sono rimaste invariate le tasse e le tariffe del 2016 e la pressione fiscale dal 2013 al 2017 è notevolmente diminuita. Il sindaco sottolinea, fra le altre cose, i buoni frutti dello “sportello ludopatia”, aperto per contrastare il gioco d’azzardo e finanziato con le entrate derivate da quelle attività che hanno mantenuto le slot all’interno dei propri locali. Altra iniziativa di particolare successo agli occhi della maggioranza è stata, invece, quella del “baratto amministrativo” per il rilancio dei centri storici del territorio, che prende il nome di “Smam, il borgo che vorrei”: sono state 8 le nuove attività commerciali che, in questo modo, hanno potuto usufruire di agevolazioni su tasse e tariffe locali. Nell’ambito del medesimo progetto, sta iniziando a muovere i primi passi anche l’affitto turistico. Per quanto riguarda lo “sportello del lavoro”, anche quest’anno è stato rinnovato l’accordo con le agenzie per il lavoro e il Consorzio calzaturieri, rete importante per il collocamento degli utenti.

“Dal mio punto di vista, non è facile fare accordi in momenti come quelli che stiamo vivendo – dice Marcello Casati di Uil di Pisa – Da parte del comune di Santa Maria a Monte colgo un segnale positivo: quando si ricorre troppo alle società partecipate non sempre è utile. Questa amministrazione ha dato un buon esempio con la Tari, riuscendo a garantire costi contenuti”. “Tutti i comuni che fanno accordi con i sindacati fanno il loro dovere – dice Dino Tamburini di Cisl – Le organizzazioni sindacali, infatti, rappresentano un numero elevato di persone”. “Con la firma di questo verbale di accordo confermiamo che il rapporto con le organizzazioni sindacali costituisce un momento importante di confronto – dice Paolo Graziani di Cgil – Le richieste di riduzione della pressione fiscale e l’invarianza delle tariffe sono state accolte”. “Ringrazio i sindacati per il confronto intrapreso per il terzo anno consecutivo e per la passione che mettono nel loro lavoro – conclude il sindaco, Ilaria Parrella – Confrontarsi non è solo utile, ma anche un dovere”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.