Liceo Marconi, l’ubicazione sarà annunciata in consiglio

Il percorso politico tra i sindaci del comprensorio per individuare l’area sulla quale costruire il nuovo liceo Marconi è concluso. Almeno questo è quanto riferito a genitori, studenti, dirigente scolastico e docenti dai sindaci, in una riunione convocata proprio dal consiglio d’istituto e a porte chiuse che il 10 marzo si è tenuta nella sede provvisoria di La Scala.

Quale è la sede resta un mistero – forse più un segreto di Pulcinella – visto che in quell’occasione non è stata resa nota. Non è stata resa nota, a quanto è possibile sapere, neppure alla riunione capigruppo preparatoria a quel consiglio. Sarà ufficializzata, invece, il prossimo 28 marzo, quando il consiglio comunale di San Miniato sarà chiamato ad approvare un documento che contiene l’esatta ubicazione.
Poi la posizione sarà comunicata alla provincia di Pisa secondo l’iter indicato dagli amministratori durante la riunione. La provincia poi dovrà fare lo studio di fattibilità tecnico economico. “Questo è il primo step – dicono i genitori – senza il quale non è possibile attivare la richiesta di finanziamenti sia per la progettazione che per la costruzione”. Quindi a decidere non sarà la provincia come era stato ventilato in precedenza da alcuni esponenti politici, ma le amministrazioni locali.
L’ubicazione del nuovo liceo sta a cuore ai genitori – perché è fondamentale per dare avvio ai lavori – ma altri e altrettanto importanti sono stati i temi sviscerati e legati alla didattica. “Sono state affrontate anche altre tematiche: da tutti è stato riconosciuto come positiva la nascita del liceo linguistico, puntando anche il dito sull’offerta formativa e sul fatto che la scuola dovrebbe recuperare terreno con il territorio, che negli ultimi anni si è un po’ perso, rispondere ai bisogni del distretto e il liceo linguistico va in questo senso. Anche i progetti extra-scuola pomeridiani sono molto importanti e l’amministrazione comunale si è dimostrata disponibile ad estendere la convenzione fatta con il Cattaneo per la fornitura dei pasti anche al liceo Marconi.
È stato altresì posta l’attenzione sui trasporti. Sia pur constatando che gli interventi effettuati dalle aziende di trasporto hanno avuto un buon risultato si ritiene che gli stessi devono a settembre prossimo trovare una corretta gestione in tutte le zone di provenienza dei ragazzi a cui si deve aggiungere la gestione degli stessi nei pomeriggi in cui sarà svolta attività didattica”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.