Fucecchio, Spinelli ringrazia le forze dell’ordine

È un messaggio di ringraziamento quello che il sindaco di Fucecchio Alessio Spinelli invia alle forze dell’ordine, impegnate in questi giorni in un controllo a tappeto del territorio fucecchiese per prevenire furti in abitazioni e contrastare l’attività di spaccio (leggi qui Blitz nei boschi de Le Vedute, arrestato uno spacciatore).

“Una presenza così massiccia di militari – dice il primo cittadino – dimostra che i miei appelli e i miei continui richiami alle istituzioni che si occupano di pubblica sicurezza hanno avuto effetto. Di questo non posso che felicitarmi perché tutto ciò va a rafforzare la sensazione di sicurezza dei cittadini che è stata messa a dura prova dalla sequenza di furti che ha colpito la nostra città e in particolare le frazioni collinari. Il mio auspicio adesso è che questa risposta dello Stato sia continua e che non si abbassi la guardia ai primi successi. Intanto però voglio rivolgere un grande ringraziamento a tutti gli uomini in divisa impegnati in questi giorni a Fucecchio e al prefetto di Firenze Alessio Giuffrida”.
La massiccia presenza dei militari in zona non è però l’unica notizia positiva sul fronte della sicurezza.
“Sono giorni intensi – dice Spinelli – anche da un punto di vista legislativo. Finalmente in Parlamento sembra si vada verso l’approvazione di un disegno di legge che pone al centro della sua azione il tema della certezza della pena. Intanto, questo decreto nato durante il Governo Renzi (il Dlgs n°2131 che modificherebbe l’art. 614 sulla violazione di domicilio), è stato approvato mercoledì scorso al Senato. L’aumento del numero di anni di detenzione per la pena minima e l’inasprimento della pena sulla violazione di domicilio, sono passi veramente significativi. Successivamente saranno calendarizzati anche gli incontri per discutere delle norme sulla legittima difesa. A questo c’è da aggiungere il recente decreto Minniti che prevede la possibilità di chiedere l’allontanamento dal territorio di soggetti che abbiano commesso reati anche contro il patrimonio pubblico. Ovviamente siamo in fase di definizione dei regolamenti ma mi pare che un cammino sia stato tracciato. Oltretutto, dopo una serie di governi che non hanno fatto altro che tagliare risorse alle forze dell’ordine, finalmente si è iniziato a invertire la tendenza tornando a programmare investimenti per la sicurezza pubblica e per la lotta alla criminalità”.
Le azioni e i recenti successi messi a segno dalle forze dell’ordine, come le retate dei giorni scorsi nei boschi delle Cerbaie e a Galleno, si sommano alle tante iniziative messe in campo dall’amministrazione comunale.
“Noi – conferma il sindaco Spinelli – proseguiremo con tutte le nostre azioni di prevenzione. Quindi con i pattugliamenti della polizia municipale, con gli incontri con i cittadini per promuovere rapporti di buon vicinato, con il progetto per l’incremento del numero di telecamere sul territorio (approvato e finanziato dalla Regione Toscana) e con l’impegno di spesa (circa 200 mila euro) per la ristrutturazione del palazzo Landini Marchiani da destinare alla nuova Tenenza dei Carabinieri di Fucecchio. Questi sono fatti concreti. Fatti che danno una risposta al bisogno di sicurezza dei cittadini. Altri invece preferiscono le chiacchiere o le comparsate televisive dove peraltro dimostrano di non avere alcuna proposta se non quella di aumentare la paura dei cittadini, quale unica arma dominante di certe talune forze politiche lontane dalle mie idee”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.