Fondazione Carismi, bando aperto per i Comuni

I comuni del Cuoio avranno tempo fino al 28 aprile per farsi avanti e richiedere i consueti contributi della Fondazione Cassa di risparmio di San Miniato. Due le tipologie di progetti che potranno essere finanziati: quelli destinati allo sviluppo economico e sociale del territorio, insieme a progetti legati alla scuola e all’edilizia scolastica.

“Con il sostegno della Fondazione Cassa di risparmio di San Miniato – ricordano i vertici della fondazione bancaria – in tutti questi anni i comuni del comprensorio sono riusciti a realizzare progetti di grande importanza e, spesso, strategici per la crescita e lo sviluppo del territorio. Un terzo delle risorse destinate alle erogazioni dalla Fondazione cassa di risparmio di San Miniato, come previsto dal regolamento, viene riservato infatti a progetti presentati dai Comuni del territorio storico che sono: Capannoli, Castelfranco di Sotto, Empoli, Fucecchio, Montopoli Val d’Arno, Ponsacco, Pontedera, San Miniato, Santa Croce Sull’Arno e Santa Maria a Monte”.
Anche per il 2017 è stato emanato un bando per l’assegnazione dei contributi agli enti locali suddetti, che potranno presentare progetti in due dei settori previsti dalla legge: “Sviluppo locale” ed “Educazione, istruzione e formazione”.
Nel settore dello sviluppo locale, la Fondazione intende promuovere interventi per la crescita economica e sociale del territorio, mentre nell’ambito del settore Educazione, istruzione e formazione, grande attenzione sarà rivolta a progetti di edilizia scolastica oppure che siano utili alla crescita umana e professionale dei giovani. Il bando resterà aperto fino al 28 aprile 2017.
In anni recenti con i contributi della Fondazione sono stati realizzati importanti interventi pubblici: pensiamo al completamento dei restauri e alla valorizzazione dei passaggi coperti di San Miniato, al restauro della statua di Piazza della Vittoria a Empoli, alla trasformazione del Villino Mattei a Ponsacco in un centro polivalente con cinema, biblioteca e spazi destinati a iniziative culturali, al completamento del restauro e alla trasformazione di Villa Crastan a Pontedera in una Casa della Cultura, all’avvio di importanti lavori di manutenzione alla scuola di Ponticelli a Santa Maria a Monte.
Per ogni ulteriore informazione, gli interessati potranno fare riferimento al numero di telefono: 0571-445221, al fax 0571/445255, oppure al sito web: www.fondazionecrsm.it, e-mail: segreteria@fondazionecrsm.it.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.