Notte Nera tra danza e tartufo, con ‘contributo volontario’ foto

Il tema sarà la danza, anche se il tartufo resta il re della serata organizzata da Comune e Confcommercio e della quale Donato Galasso è direttore artistico. Per evitare polemiche, quest’anno i contributi dei commercianti saranno volontari. Su questi punti fermi si inizia a costruire la Notte Nera 2017, che sarà a San Miniato il 10 giugno. Comune e operatori ne hanno parlato in una riunione in sala del consiglio proprio a San Miniato.

“Un’avventura iniziata sei anni fa – ha ricordato il sindaco Vittorio Gabbanini – davanti a una proposta che ci permetteva di ribadire il concetto a noi caro di San Miniato città del tartufo tutto l’anno. I fatti dimostrano, visto quanto è cresciuta la manifestazione, che la nostra scelta di affidarci a dei professionisti è stata quella giusta. Grazie a Confcommercio per averci messo la faccia insieme a noi”. “Non si tratta soltanto di un bell’evento – ha proseguito l’assessore Gozzini – ma la concretizzazione di una nuova politica per il centro storico di San Miniato, tesa a valorizzare l’enogastronomia, l’arte, i giovani”. 
“Noi crediamo molto nella provincia di Pisa e non solo nei centri urbani più grandi – ha ribadito Federico Pieragnoli, direttore della Confcommercio di Pisa – soprattutto in termini di valorizzazione di un turismo di qualità, più consapevole, più colto, più disposto a spendere in bellezza, gusto, cultura. La forza della Notte Nera è anche in questo, nella sua capacità di attirare turisti nel nostro territorio”.
Anche se non tutto è definito, come sarà la Notte Nera, in programma sabato 10 giugno, lo ha ben spiegato il direttore artistico Donato Galasso: “Quanto fatto nel passato non ci basta, vogliamo continuare a crescere, guardando agli eventi internazionali e adattandoli ovviamente alla realtà di San Miniato. Punto forte resteranno le installazioni aeree, mentre il tema di questa sesta edizione sarà la danza, attività trasversale alla musica e al divertimento. Per rendere la festa ancora più festa, chideremo a tutti gli esercizi commerciali di essere ancora più protagonisti, realizzando mini eventi all’interno dei negozi, allestimenti ad hoc per la serata, inviti diretti ai propri clienti, coordinandosi con la direzione artistica”.
Risolta definitivamente anche la questione del contributo economico, come ben spiegato da Samuele Senesi, dell’organizzazione: “C’è bisogno ovviamente del supporto e dell’aiuto di tutti, ma il contributo richiesto sarà su base volontaria”.
Fa un richiamo all’unità il presidente del direttivo Confcommercio di San Miniato Giovanni Mori: “Non vediamo l’ora di arrivare al 10 giugno, per vivere la bellezza di questa festa unica nel suo genere, che all’origine non ci aspettavamo avesse un simile successo. Se l’ospite d’onore resta il tartufo, non dimentichiamo che la Notte Nera è la festa dei commercianti di San Miniato e che tutti insieme possiamo fare grandi cose”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.