‘Un giorno fisso per il consiglio’, la proposta di Gabbanini

Un appuntamento fisso, magari l’ultimo martedì o giovedì del mese, per fare in modo che tutti i consiglieri possano organizzarsi e liberarsi da ogni impegno. È la proposta lanciata nel consiglio comunale di ieri (26 giugno) dal sindaco Vittorio Gabbanini, in risposta alla polemica sollevata pochi giorni fa dai gruppi di opposizione (leggi qui Consigli sporadici e dettati dalla giunta, protestano le minoranze di S.Miniato).

Sotto accusa un calendario delle sedute divenuto troppo sporadico, a detta dei consiglieri di opposizione, “nonché dettato unicamente – aveva attaccato Laura Cavallini (Immagina San Miniato) dagli impegni del sindaco e della giunta”. “Ho consigliato al presidente Vittorio Gasparri – ha detto Gabbanini – di concordare la convocazione del consiglio comunale in un giorno prestabilito, magari ogni ultimo martedì o giovedì del mese, in modo che tutti possano liberarsi da eventuali impegni. Ad ogni modo il calendario del consiglio non è affatto dettato dagli impegni del sindaco e della giunta, ma piuttosto dagli impegni istituzionali dell’amministrazone”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.