Tetto da rifare al Teatro Verdi: lavori per 110mila euro foto

I lavori partiranno nel corso dell’estate, al massimo nel mese di settembre, restituendo alle facciate di Palazzo Vettori quei dettagli e quei particolari deteriorati dal tempo, in linea con l’aspetto rinnovato conferito a piazza Matteotti. È tutto pronto, a Santa Croce, per l’avvio dei lavori di restauro della biblioteca comunale, mentre ci sarà da aspettare ancora qualche mese per un altro monumento d’inizio ‘900: lo storico teatro Verdi, dove è previsto entro l’anno il rifacimento completo del tetto, da tempo in attesa di sistemazione.

Sono oltre 140mila euro i soldi che l’amministrazione di Santa Croce è pronta ad investire nei due poli culturali del centro storico. Primo passo con la biblioteca comunale, dove è previsto un intervento di restauro esterno da 32mila euro, coperto interamente con un contributo della fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato. Dopo l’aggiudicazione dei lavori da parte della ditta Cerbioni Srl di Empoli, il Comune ha provveduto ad affidare la direzione del cantiere all’architetto Silvia Lensi. “A breve ci incontreremo con lei e con l’azienda per decidere il cronoprogramma – spiega il vicesindaco con delega ai lavori pubblici Elisa Bertelli -. Da parte nostra, se fosse possibile, preferiremmo partire d’agosto, magari nei giorni in cui la biblioteca è chiusa al pubblico. Altrimenti inizieremo a settembre: in ogni caso il ponteggio non impedirà l’accesso alla struttura”.
I lavori riguarderanno innanzitutto il ripristino di alcuni intonaci, a cominciare dal cordolo grigio che delimita il primo piano, dal quale un paio d’anni fa si erano staccati alcuni frammenti. “Lo avevamo rimosso ma poi non era stato più rimesso – ricorda Bertelli -. In questo modo sarà risistemato interamente, oltre a riprendere le persiane e alcune tinteggiature. Chiaramente l’aspetto e il calore del palazzo resterà intatto, come previsto ovviamente dalla Soprintendenza”.

 

Si sono allungati, invece, i tempi per il cantiere al teatro Verdi, dove da un paio d’anni le condizioni del tetto hanno costretto a transennare la strada che corre sul fianco sinistro della struttura. Nel mese di giugno, la giunta Deidda ha approvato il progetto di fattibilità che prevede il rifacimento complessivo della copertura, insieme alla sistemazione dei servizi igienici deteriorati dalle infiltrazioni d’acqua provocate dalla copertura sconnessa. In questo caso l’investimento sarà di 110mila euro, finanziati con l’avanzo di amministrazione del bilancio 2016. “Entro la prossima settimana – spiega Bertelli – apriremo la gara per la progettazione esecutiva, con l’obiettivo di eseguire l’intervento prima della fine dell’anno”. In base al cronoprogramma degli uffici, infatti, l’affidamento dei lavori è previsto entro ottobre, mentre la conclusione è fissata al 31 dicembre. Ad ogni modo, la concomitanza con il periodo autunnale lascia pensare che il cantiere potrebbe slittare ad una stagione più favorevole.
I lavori, infatti, prevedono lo smontaggio complessivo delle tegole e dei coppi in laterizio, per poi procedere all’installazione di un pannello termoisolante, all’impermeabilizzazione della struttura con un’apposita membrana e quindi al rimontaggio della copertura. Nella stessa occasione saranno anche sostituiti i canali di gronda e ripristinati alcuni tratti di intonaco. All’interno dell’edificio, invece, si procederà alla sostituzione di travicelli e mezzane deteriorati dalle infiltrazioni d’acqua, insieme al rifacimento dei servizi igienici e al loro adeguamento per i portatori di handicap.

Giacomo Pelfer

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.