Piazza del Popolo, le condizioni di Confcommercio

È un via libera condizionato quello di Confcommercio San Miniato al progetto di riqualificazione di Piazza del Popolo. Un disco giallo, insomma, subordinato ad un incontro ad hoc con l’amministrazione comunale e alla previsione di una serie di accorgimenti in favore del commercio, a cominciare ad esempio dalla creazione di stalli di sosta di un quarto d’ora per chi deve fermarsi nelle attività limitrofe alla piazza.

Sono queste le conclusioni condivise dal direttivo di Confcommercio di San Miniato, coordinato dal presidente Giovanni Mori, che si è riunito nella giornata di ieri (13 luglio) proprio per affrontare la questione di piazza del Popolo. Da anni, infatti, nei cassetti del municipio c’è un progetto di riqualificazione che prevede la scomparsa dei posti auto e la limitazione del traffico veicolare ad un solo lato della piazza. Progetto rilanciato pochi giorni fa anche dal sindaco Vittorio Gabbanini, intenzionato a limitare la presenza delle auto in sosta nella piazza centrale del centro storico, anche in vista dei lavori per la nuova pavimentazione nell’adiacente via Ser Ridolfo.
Da qui l’incontro del direttivo di Confcommercio che ha condiviso la linea di un “via libera condizionato da una serie di proposte. La prima delle quali – dicono – è quella di ottenere un incontro preventivo con l’amministrazione comunale per ricevere maggiori delucidazioni sul progetto di riqualificazione. Si tratta di capire la tipologia, le modalità e le tempistiche che riguarderanno questo tipo di intervento che dovrebbe iniziare già il prossimo novembre con il rifacimento del manto stradale. Particolare attenzione sarà dovuta sui tempi effettivi di realizzazione di questi lavori, che dovrebbero avere un’esecuzione la più rapida possibile, per ridurre al massimo i disagi alle attività commerciali, che in caso contrario potrebbero rischiare la chiusura”.
I rappresentanti di Confcommercio San Miniato sottolineano poi la necessità che il progetto di riqualificazione sia “effettivo, in modo da rendere la piazza – dicono – più viva, attraente e frequentabile, come peraltro già preannunciato dal sindaco, e non si riduca invece ad un semplice taglio dei posti auto. Inoltre, tra le richieste che il direttivo rivolge all’amministrazione comunale c’è quella di predisporre apposite soste di servizio di un quarto d’ora ciascuna, per consentire acquisti veloci e non danneggiare così le attività limitrofe alla piazza. Confermando la propria disponibilità, adesso tocca all’amministrazione comunale avviare questo percorso di condivisione”. (g.p.)

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.