Obbligo vaccinale, la Asl contatterà chi non è in regola

L’accordo tra Asl Toscana, Anci e Ufficio scolastico regionale prevede un percorso per adempiere agli obblighi di vaccinare i bambini iscritti ai nidi d’infanzia, secondo quanto indicato nel decreto del ministro Lorenzin.

Per quanto riguarda le strutture del Comune di San Miniato, il percorso si attiva con la trasmissione degli elenchi degli ammessi alla frequenza delle strutture del territorio alla Asl Toscana Centro, come stabilito dall’accordo. L’azienda sanitaria procede poi alla verifica della situazione vaccinale di ogni iscritto e si attiva, contattando i familiari, per coloro che risulteranno non in regola.
“La questione dei vaccini, per quanto riguarda l’ambito del dibattito, merita la massima libertà di opinione, lo stesso non vale per quella che è invece l’applicazione delle norme: le leggi non si discutono, si rispettano – dichiarano il sindaco Vittorio Gabbanini e l’assessore alla sanità David Spalletti -. Per fare parte delle comunità educative è necessario rispettarne le regole, basate su principi scientifici, soprattutto a tutela dei soggetti più vulnerabili. In questo caso esistono disposizioni di carattere regionale e nazionale che applicheremo scrupolosamente, e lo faremmo anche se questo non fosse in linea con la nostra opinione”.
Per avere eventuali informazioni o chiarimenti: Ministero della Salute 1500, Asl Centro 840 003 003 (da rete fissa) oppure 199 175 955 (da cellulare), Servizi educativi del Comune 0571/406820 oppure 0571/400449.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.