Maggio addio, il Palio dei Barchini torna a giugno

Il Palio dei barchini dice addio al mese di maggio. Troppo vicina la concomitanza con il Palio di Fucecchio, da sempre seguito anche da molti castelfranchesi, per non parlare degli appuntamenti elettorali che spesso cadono nell’ultima domenica del mese, oltre ovviamente al problema del meteo che talvolta riserva brutte sorprese negli ultimi weekend di maggio. È per questo che il Comitato Palio ha deciso di spostare la manifestazione alla seconda domenica di giugno, con l’obiettivo di farne una scelta definitiva anche per il futuro.

Il weekend da segnare sul calendario per il 2018 è quello di sabato 9 e domenica 10 giugno. Una novità che per Castelfranco rappresenta un po’ un ritorno alle origini, quando il Palio cadeva alla fine di giugno. Una tradizione interrotta nel 2004, quando la neonata Associazione Palio decise di anticipare tutto alla terza o quarta domenica di maggio, con l’obiettivo di rilanciare una manifestazione ridotta ai minimi termini, allontanandosi dal rischio dell’esodo domenicale verso le spiagge. Adesso, dopo 13 edizione, il Palio torna nel mese di giugno.
“Una scelta, innanzitutto, per distanziarci dal Palio di Fucecchio, col quale spesso si accavallavano alcune nostre iniziative”, afferma il presidente del Comitato Paolo Nuti, riferendosi soprattutto alla tradizionale cena itinerante nel centro storico che, nelle ultime edizioni, avveniva in contemporanea con le cene dalla vigilia nelle contrade fucecchiesi. “E poi ci vogliamo allontanare anche dal rischio delle elezioni che, ormai – dice Nuti – cadono sempre alla fine di maggio”. In questo modo, il Palio dei barchini salta anche la ricorrenza del Corpus Domini e quindi le comunioni, che negli ultimi anni, in caso di maltempo, avevano reso quasi impossibile ogni ipotesi di rinvio alla settimana successiva. “Crediamo in questo modo di aver agevolato le contrade – sottolinea Nuti – perché a giugno i ragazzi e le famiglie sono più disponibili e hanno più tempo da dedicare alla manifestazione. Del resto è anche la settimana in cui finiscono le lezioni a scuola, quando ormai i giochi sono fatti”.
Nella riunione del prossimo venerdì, intanto, il Comitato sarà chiamato a definire il programma definitivo della settimana dal Palio. “Vogliamo essere pronti per tempo – sottolinea Nuti -: con tutte le problematiche che ci sono in fatto di sicurezza, ritrovarsi all’ultimo minuto non è il caso”.

 

Giacomo Pelfer

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.