Quantcast

Il museo cresce, nuovi percorsi a Santa Maria a Monte foto

Nuovi percorsi archeologici nel Museo civico Beata Diana di Santa Maria a Monte. Un’occasione in più per scoprire il passato del borgo e le sue ricchezze archeologiche, frutto di decenni di scavi e di ricerche, oggi raccolti in una ricostruzione virtuale e interattiva in 3D. Si amplia l’offerta turistica del museo civico, dopo l’inaaugurazione dei nuovi percorsi permanenti organizzata ieri (domenica 17 settembre) negli spazi della Rocca.

“I nuovi percorsi – ha detto il sindaco Ilaria Parrella – vanno ad integrare il programma di recupero e valorizzazione del complesso archeologico della Rocca e, quindi, ad incrementare ulteriormente il nostro patrimonio territoriale”. Nelle sale del museo sono stati esposti i reperti archeologici rinvenuti e, successivamente restaurati, durante i diversi anni di scavo. Nella cerimonia inaugurale, inoltre, è stata presentata anche la ricostruzione virtuale interattiva in 3D del panorama storico archeologico di Santa Maria a Monte.
Alla presentazione sono intervenuti Andrea Muzzi della Sovrintendenza archeologica, belle arti e paesaggio per le province di Pisa e Livorno, Claudia Rizzitelli funzionario archeologo della Sovrintendenza che ha curato la realizzazione dei percorsi, Niccolò Albertini della Scuola normale superiore (laboratorio Smart) che ha seguito la ricostruzione virtuale in 3D, insieme a rappresentanti della Fondazione Cassa Risparmio San Miniato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.